Cosa è il patto di stabilità?

Il Patto di Stabilità Interno (PSI) nasce dall'esigenza di convergenza delle economie degli Stati membri della UE verso specifici parametri, comuni a tutti, e condivisi a livello europeo in seno al Patto di stabilità e crescita e specificamente nel trattato di Maastricht (Indebitamento netto della Pubblica Amministrazione/P.I.L. inferiore al 3% e rapporto Debito pubblico delle AA.PP./P.I.L. convergente verso il 60%).

Stabilito l'obiettivo per ogni Paese è dovere di ogni Governo, anno per anno, decidere come ripartire gli obiettivi di risparmio tra ministeri, regioni, province e comuni.

Chi e’ assoggettato al patto di stabilità?

Tutti i comuni superiori ai 5.000 abitanti, le province e le regioni sono tenuti al rispetto del patto di stabilità.

Perché a causa del patto di stabilità il comune ha delle risorse che non può utilizzare?

Oggi il meccanismo del patto di stabilità prevede un conteggio diverso per le spese correnti (servizi erogati durante l’anno) e per le spese in conto capitale (investimenti) e prevede l’azzeramento dei surplus accumulati negli anni precedenti. Per la prima tipologia di spesa si utilizza il criterio della competenza, mentre per la parte in conto capitale si utilizza il criterio della cassa (non posso spendere più di quanto ho incassato nell’anno). Così formulato il patto di stabilità sembra non porre problemi gestionali in quanto in nessuna famiglia ben amministrata nessuno si sognerebbe di spendere più di quanto incassa; un semplice esempio numerico può aiutare a chiarire le idee.

Per semplificare le cose poniamo di assoggettare un bilancio famigliare al patto di stabilità: nell’anno 2010 la famiglia Rossi guadagna tramite il lavoro dei propri membri 25.000 € ed incassa 700.000 € a fronte di un’eredità ricevuta. Nello stesso anno la famiglia spende circa 20.000 € per le spese ordinarie (cibo, spostamenti, scuola dei ragazzi, medicinali, ecc….) e decide di aspettare ad investire i 700.000 € ricevuti inaspettatamente (entrate straordinarie).

Nel 2011 la famiglia Rossi continua a ricevere come corrispettivo del proprio lavoro 25.000 € ed a spendere 20.000 per esigenze ordinarie e decide di impiegare 300.000 € dei 700.000 € ricevuti l’anno prima per l’acquisto di una casa. Come si vede dalla tabella sotto riportata, se la famiglia Rossi fosse stata assoggettata come i comuni italiani al patto di stabilità, non avrebbe potuto acquistare la casa nonostante tale acquisto si potrebbe ritenere ragionevole per due motivi:

- la famiglia non spende per spese ordinarie più di quanto incassa;

- il costo della casa è decisamente inferiore all’eredità ricevuta.


FAMIGLIA ROSSI

2010

2011

Entrate correnti

25.000

25.000

Spese correnti

20.000

20.000

SALDO CORRENTE

5.000

5.000

Entrate in c/capitale (cassa)

700.000

0

Uscite in c/capitale (cassa)

0

300.000

SALDO CAPITALE

700.000

-300.000

SALDO TOTALE

705.000

-295.000

Rispetto del Patto di Stabilità

No

Inoltre ogni anno il Ministero dell'Economia e delle Finanze decide un saldo-obiettivo per ogni comune: anche se ci fosse un perfetto equilibrio tra entrate ed uscite di cassa la cifra posta come saldo obiettivo rimane per il comune una cifra incassata che non può essere spesa per servizi ed investimenti. Questa cifra pari a 64.987 € nel 2010 è stata elevata per il 2011 a ben 332.000 €.

Il Comune quindi si ritrova con somme stanziate e già incassate che paradossalmente non possono essere spese!


Che conseguenze comporta il patto di stabilità?

Nel 2009 oltre il 15% dei comuni lombardi non ha potuto rispettare il patto di stabilità per mantenere gli investimenti e pagare le aziende che hanno effettuato lavori e servizi. Tra il 2003 e il 2007 i loro investimenti sono diminuiti del 18% a causa dei vincoli imposti dal patto e per il 2010 si stima che almeno un terzo dei comuni lombardi non riuscirà a rispettare i limiti e che gli investimenti crolleranno del 30% (dati ANCI Lombardia).

La tematica del patto di stabilità è stata esposta con la maggiore semplicità possibile, rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti ed approfondimenti.

Davide Giacomini


Approvazione delle linee guida per un protocollo di intesa fra i Comuni di Mazzano e Rezzato e la società Italcementi s.p.a. per il progetto di ammodernamento della cementeria.

Prima di illustrare ciò che è stato votato in Consiglio, un po' di breve storia per inquadrare la questione che da quasi 6 anni interessa da vicino la nostra comunità.
Nel 2005 Italcementi presenta un primo progetto di ampliamento della cementeria, che viene da subito contrastato dall'Amministrazione, il quale prevede un notevole aumento dei quantitativi prodotti a fronte di una calo contenuto delle emissioni inquinanti.
Per dare forza alla posizione del Comune, congiuntamente a Mazzano, vengono commissionati uno studio ambientale ed uno sanitario, che evidenziano il notevole impatto della cementeria e la necessità di ridurre le emissioni di almeno il 64%.
L'Amministrazione guidata da Rezzato Democratica, sempre in accordo con l'opposizione, stabilisce i paletti irrinunciabili per il progetto in una bozza di linee guida, tra i quali i fondamentali sono il calo del 64% delle emissioni ed un aumento a massimo 3.000 t/giorno di produzione di cemento.
La posizione ferma su queste posizioni porta alla fine Italcementi a ritirare il progetto.

Ad inizio 2010 Italcementi presenta un nuovo e diverso progetto che prevede uno sviluppo interno al sedime esistente, utilizzando residue capacità edificatorie e senza ulteriore consumo di suolo. Il nuovo progetto prevede una potenzialità di 3.000 t/giorno, soddisfacendo una delle condizioni che avevano portato al ritiro del primo progetto.
L'Amministrazione, sempre in accordo con Mazzano e con l'opposizione, rivede allora le vecchie linee guida, analizzando puntualmente cosa è stato accolto dal progetto, cosa non è più fattibile a causa della diversa taglia dell'impianto (es. la possibilità immediata di un teleriscaldamento, non più attuale con la produzione ridotta a 3.000 t/giorno) e cosa tornare a chiedere alla ditta con forza.
Tale lavoro, guidato dall'assessore Apostoli, viene condotto con l'assenso della Regione (Ente competente in merito alla prima decisione che dovrà essere presa, ossia la verifica di VIA) e confrontandosi con Italcementi.
Il frutto di tale lavoro, presentato anche alla cittadinanza in occasione dell'assemblea pubblica del 26 ottobre, è stato poi affinato e perfezionato fino al giorno del Consiglio.
Il documento riconferma tutte le più importanti e irrinunciabili richieste ambientali, poi riassunte.
Solo dopo avere lavorato (per 6 anni!) sugli aspetti ambientali ed urbanistici, egli ultimi giorni, l'Amministrazione ha stabilito di chiedere come compensazione aggiuntiva anche un contributo economico, quantificato in circa 5 milioni di euro per ciascun Comune, da utilizzare per opere pubbliche prioritarie in paese.

Il documento è stato illustrato dal Sindaco Danesi ed approvato all'unanimità da tutto il Consiglio Comunale. Sono intervenuti l'assessore Apostoli (RD), i consiglieri Gallina (RD), Ferrari Aggradi (RD), Voglini (RdL) e per la dichiarazione di voto i capigruppo Archetti (RD), Orioli (RdL) e Scaroni (UpR).

Il documento approvato in Consiglio, sarà ora inviato ad Italcementi che dovrà valutare se accettarlo e quindi trasmesso alla Regione, al fine di chiudere la procedura di assoggettabilità alla VIA e passare alla vera e propria procedura di autorizzazione, di competenza provinciale.

Il documento prevede prima di tutto un programma di ammodernamento che porterà alla riduzione del quantitativo totale di inquinanti emessi pari al 75%: significa che Italcementi inquinerà un quarto di quanto faccia ora. E' un risultato veramente notevole che farà del bene ai nostri polmoni ed all'ambiente.
Il documento prevede inoltre ulteriori misure ambientali e di inserimento urbanistico, quali ad esempio:
completamento pista ciclabile che collega Virle e Mazzano;
utilizzo prodotti fotocatalitici (sostanze innovative che distruggono l'inquinamento presente nell'aria);
conservazione parcheggio di fronte al cimitero di Virle e creazione attraversamento pedonale sicuro;
riqualificazione del verde circostante l'impianto e piantumazioni di alberi;
spostamento parcheggio mezzi pesanti e creazione parco;
riduzione inquinamento sonoro;
divieto di trasformare l'impianto in un inceneritore di rifiuti;
pubblicazione dati monitoraggio emissioni;
creazione commissione di controllo;
riutilizzo scarti lavorazione della pietra prodotti dai marmisti locali.

Qui trovate il testo delle linee guida approvato.

Resoconto dei Consigli Comunali del 5 e del 26 novembre

Causa malattia del vostro consigliere-cronista, non vi faccio un vero resoconto del Consiglio Comunale del 5 novembre, ma riassumo brevemente le due questioni principali: permuta di aree nel Comparto 1 e delibera sulle reti del gas, entrambe approvate.
Il "Comparto 1" è, come detto in diverse occasioni, una lottizzazione decisa molti anni fa, che si avvicina ora all'inizio della sua realizzazione: in pratica sorgerà un nuovo quartiere tra via Mazzini (la ex Statale) e via Almici). La decisione è molto vecchia ed i diritti acquisiti dai proprietari non avrebbero permesso, nè permetterebbero di mettere in discussione il "Comparto 1", ma in questi mesi si è lavorato per migliorare al massimo il progetto, in particolare concentrandosi sulla realizzazione di piste ciclabili, marciapiedi fruibili ed aree verdi: la permuta (scambio) di aree serve proprio per realizzare un migliore collegamento ciclo-pedonale tra via Almici la nuova rotonda realizzata in via Mazzini in questi mesi. Sarà così possibile un collegamento bello e sicuro, anche a piedi o in bici, tra via Almici, il Comparto 1 e S. Carlo (via Ungaretti-via Amendola)
La delibera relativa al gas, è invece parte di un processo per la messa a gara del servizio di fornitura del gas, così da permettere di sfruttare la concorrenza in questo campo, per avere costi minori e servizi migliori.

Passando al Consiglio del 26 novembre si è discusso di un solo punto
all'ordine del giorno:

Esame ed approvazione dell'assestamento generale al bilancio di previsione 2010.
L'assestamento è l'ultima variazione l bilancio possibile nel corso dell'anno ed in questo caso risulta abbastanza importante per le cifre in gioco e per le scelte fatte.
Sul fronte delle entrate si segnalano (euro più, euro meno): € 1.000.000 di avanzo dell'anno precedente, € 1.000.000 di una sanzione data dal Comune ad un cavatore che ha cavato più del dovuto, € 150.000 di ICI recuperata da quella dovuta negli anni precedenti, € 200.000 di entrate in più avute dall'edilizia privata. Dal lato delle uscite, si è deciso di usare il milione di euro di avanzo 2009 per ridurre l'indebitamento (già basso) del Comune: si restituisce qualche mutuo, risparmiando così negli anni prossimi sugli interessi. Altri soldi sono destinati al fondo svalutazione crediti, un'altra scelta prudenziale che conferma un bilancio ed un Comune assolutamente solidi e sani dal punto di vista dei conti. Altra scelta fondamentale è stata quella di finanziare il piano al diritto allo studio (approvato a settembre), garantendo le risorse necessarie alle nostre scuole per funzionare al meglio e garantire un elevato livello di qualità per i nostri bambini e ragazzi (€ 36.000). Incrementato anche il fondo di sostegno alle famiglie bisognose (€ 9.000), particolarmente necessario in questi tempi difficili. L'assestamento, in sintesi, ci consegna un Comune con i conti in ordine e che sceglie di puntare sulle priorità che Rezzato Democratica sostiene: scuola, istruzione, servizi sociali, sostegno alle famiglie.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Al termine del Consiglio Comunale c'è stata poi una riunione tra tutti i Consiglieri comunali, di maggioranza ed opposizione, per parlare del tema Italcementi, proseguendo il percorso che in questi anni ha sempre visto un confronto alla ricerca dell'unanimità, partendo dalle proposte e dal lavoro dell'Amministrazione, su un tema tanto importante per la comunità di Rezzato. Non appena ci saranno novità ufficiali, saranno sicuramente divulgate.

Incontro pubblico 19 novembre

Incontro pubblico 19 novembre
A distanza di un anno e mezzo dalla consultazione amministrativa vogliamo creare
un’occasione per sentire la vostra voce, le vostre opinioni “in diretta”, invitandovi
all’incontro che si terrà

VENERDI’ 19 NOVEMBRE 2010 alle ore 20,30
presso la S
ALA CIVICA ITALO CALVINO
(in via Leonardo da Vinci a fianco della Biblioteca)

al quale è stato invitato il nostro Sindaco ENRICO DANESI insieme agli Assessori ed ai
Consiglieri comunali di maggioranza
.

Per meglio prepararci all’evento vi invitiamo, oltre che ad essere presenti quella sera, a
farci pervenire domande, dubbi, proposte e riflessioni attraverso vari canali sempre a
vostra disposizione:
- info@rezzatodemocratica.it
-
area lamentele, idee, opinioni, proposte e suggerimenti
- passando da uno dei GAZEBO che saranno allestiti
domenica 14 novembre dalle 9 alle 12
- al mercato martedì 16 novembre, dove troverete un “punto d’ascolto”
con alcuni rappresentanti di Rezzato Democratica a vostra disposizione.

La serata del 19 novembre, oltre che per essere aggiornati e informati, sarà l’occasione
per un dibattito costruttivo. Ci aiuterà a capire meglio il vostro pensiero e le vostre
preoccupazioni, che sono anche le nostre, per continuare insieme la realizzazione di
quel progetto che con Rezzato Democratica continua e si rinnova per un paese in cui è
bello vivere, un paese dei diritti, un paese solidale, un paese che ha memoria.

NON FACCIAMOCI SCAPPARE LE OCCASIONI… VI ASPETTIAMO!

Rettifica articolo Bresciaoggi

Rettifica articolo Bresciaoggi
In relazione all'articolo "Il caso-Italcementi in marcia verso una soluzione condivisa" pubblicato il 27 ottobre su Bresciaoggi, il sottotitolo è inesatto e fuorviante.

In relazione all’articolo sopraccitato, comparso in data 27/10 sul Vostro giornale, ci sembra doveroso rilevare alcune inesattezze da rettificare. Contrariamente a quanto riportato nel sottotitolo e anche nel testo dell’articolo lo stabilimento Italcementi di Rezzato non aumenterà la produzione di un milione di tonnellate all’anno.
Il forno attuale ha come taglia produttiva 2600 tn giorno, la realizzazione del nuovo forno con taglia produttiva 3000 tn giorno permetterà un aumento stimato al 15%.
Un milione di tonnellate sarà comunque la produzione annua massima consentita.

Marco Apostoli (assessore all’Ecologia)
Davide Giacomini (assessore alla Comunicazione)

Rassegna stampa

Rassegna stampa
Link e pagine di giornale che parlano del nostro paese, del lavoro dell'amministrazione e della nostra lista civica.













 





05.01.12 Giornale di Brescia: Rezzato, appartamento confiscato alla mafia
28.09.11 Giornale di Brescia: il Comune salda i debiti
27.10.10 Bresciaoggi: Ipotesi ampliamento Italcementi: un cammino iniziato cinque anni fa
27.09.10 Bresciaoggi: Ambiente, viabilità, servizi, i cittadini indicano le priorità
19.06.10 Bresciaoggi: Un punto d'ascolto comunale per la violenza sulle donne

Oggi consiglio e incontro pubblico

Oggi consiglio e incontro pubblico
26 ottobre 2010 ricco di appuntamenti per Rezzato.

In serata presso la sala civica Italo Calvino si terrà l'incontro sul progetto di ammodernamento della cementeria Italcementi, i tre gruppi consigliari vi invitano a partecipare.

Nel tardo pomeriggio, ore 18.30, convocato il Consiglio Comunale, ecco l'ordine del giorno:

1. Comunicazioni.
2. Approvazione del Verbale del Consiglio Comunale del
21.10.2010.
3. Gestione Associata della Procedura di Gara e del relativo
Affidamento del Servizio di Distribuzione del Gas naturale: presa
d’atto della Perizia di Stima delle Reti, Approvazione della Bozza di
Accordo in merito alla Valutazione degli impianti e dei beni ed
indirizzi per avvio Gara.
4. Piano di Lottizzazione denominato COMPARTO 1 convenzionato
con atto notorio Brunelli in data 19.06.2009 Rep. 73453/22027 –
Approvazione permuta aree.
5.Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Italcementi, incontro pubblico

L'Amministrazione Comunale con i Gruppi Consiliari Uniti per Rezzato, Rezzato delle Libertà e Rezzato Democratica, INVITANO la popolazione ad un incontro informativo sulla nuova proposta di ammodernamento della cementeria Italcementi di Rezzato/Mazzano, che si terrà il giorno: MARTEDI 26 OTTOBRE 2010, ore 20:45 presso la sala civica Calvino di via L. da Vinci 44 a Rezzato.

Consiglio Comunale del 28/09/10

Il Consiglio Comunale si apre con un minuto di silenzio in memoria di Angelo Vassallo, Sindaco di Pollica ucciso
per la sua difesa della legalità e del territorio.

Surroga consigliere dimissionario Sig. Giampiero Bigoni.
A seguito delle dimissioni di Bigoni per impegni lavorativi, entra in Consiglio la prima dei non eletti nelle liste di Rezzato delle Libertà, ossia Elisabetta Labianca, a cui va il benvenuto e l'augurio di buon lavoro di tutto il Consiglio.

Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e contestuale presa d’atto del permanere degli equilibri generali di bilancio, ai sensi del comma 2, dell’art. 193 del D.LGS. 18 Agosto 2000 n. 267.
Si segnala come l'anno si stia svolgendo in linea con il bilancio di previsione.
Illustrato dal Sindaco e dall'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Variazione n° 3 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione.

Una variazione minima, che non muta il bilancio approvato ad inizio anno.
Illustrato dall'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato contrario. APPROVATO

Approvazione del Piano per il Diritto allo Studio anno scolastico 2010-2011.

Il piano per il diritto allo studio riguarda i 1362 alunni dell'istituto comprensivo di Rezzato. L'assessore Marzaroli ricorda come all'inizio dell'anno scolastico si sia ripetuta quella che è ormai una tradizione: il dono da parte dell'Amministrazione di una copia della Costituzione Italiana agli alunni della 1° media. E' da qui che discendono i valori che scuola e Comune insieme cercano di fare vivere ai nostri bambini e ragazzi. Il piano riunisce tutto ciò che il Comune mette a disposizione della scuola per svolgere al meglio il suo compito educativo, come occasioni, esperienze, attività, etc... Il piano nasce dalla collaborazione di tutti gli assessorati, in stretto dialogo con la dirigenza scolastica, maestri e professori. Purtroppo quest'anno il Patto di Stabilità (che, ricordiamo, impedisce ai Comuni come il nostro persino di spendere soldi che hanno in cassa!) obbliga a sospendere alcune cose, scelte in base alle priorità, in dialogo stretto con la scuola. Tutte le priorità sono mantenute (servizio di trasporto, mensa, assistenza ad personam, mediazione linguistica, etc...) e parte il servizio di mensa anche per la scuola media. L'assessore Donneschi coglie l'occasione per ricordare come, nell'ottica della formazione permanente, da metà ottobre partano presso la scuola Vantini due importantissime iniziative: un corso di italiano per adulti (rivolto in modo particolare agli stranieri, per favorirne l'integrazione) ed un corso per adulti per conseguire il diploma delle medie inferiori.
Illustrato dall'assessore Marzaroli. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Approvazione definitiva variante al Piano d’intervento integrato “Spalenza” relativo alla riqualificazione area comunale in via Castellini – via Garibaldi ai sensi dell’art. 14 della legge regionale 11/03/2005 n° 12 e successive modificazioni ed integrazioni.
Si tratta dell'approvazione definitiva dell'accordo già oggetto di votazione nel Consiglio del 14 giugno 2010.
Illustra il Sindaco. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Consiglio Comunale del 28/09/10, Odg

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Straordinaria
Martedi’ 28 Settembre ore 18.30

ORDINE E DEL GIORNO

1. Comunicazioni.
2. Approvazione verbale della seduta consiliare del 14.06.2010.

3. Surroga consigliere dimissionario Sig. Giampiero Bigoni.
4. Comunicazione di Adozione da parte della Giunta Comunale del
Prelevamento dal fondo di Riserva ai sensi dell’art. 166, comma 2,
del D.Lgs. n° 267/2000.

5. Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e contestuale presa
d’atto del permanere degli equilibri generali di bilancio, ai sensi del comma 2,
dell’art. 193 del D.LGS. 18 Agosto 2000 n. 267.

6. Variazione n° 3 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione.

7. Approvazione del Piano per il Diritto allo Studio anno scolastico 2010-2011.

8. Approvazione definitiva variante al Piano d’intervento integrato “Spalenza”
relativo alla riqualificazione area comunale in via Castellini – via Garibaldi ai
sensi dell’art. 14 della legge regionale 11/03/2005 n° 12 e successive
modificazioni ed integrazioni.
9. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Lavori in corso

Lavori in corso in due punti del paese: a Virle all'incrocio tra via
Leonardo da Vinci e via Sberna e a Rezzato lungo la ex Statale (via
Mazzini).
Entrambi i lavori sono opere previste da convenzioni urbanistiche, perciò a
totale carico di chi ha realizzato o sta realizzando delle costruzioni.

All'angolo tra via Leonardo e via Sberna si sta realizzando un nuovo parco
che, in una zona centrale del paese, amplia ulteriormente il parco di Virle,
al quale è collegato. Oltre al parco è previsto anche l'allargamento della
strada ed il rifacimento del marciapiede lungo via Sberna, la costruzione di
una pista ciclabile lungo via Sberna, fino a via Leonardo. Il risultato dei
lavori sarà quello di potere estendere il tratto di via Sberna a doppio
senso e contemporaneamente di avere un collegamento pedonale e ciclabile tra
Virle e Rezzato più bello, sicuro e funzionale, oltre ad una nuova area
verde utilizzabile da tutti.

In via Mazzini sta invece sorgendo una rotonda, di cui al momento può essere
legittimo domandarsi di che utilità possa essere, ma che risulta essere
fondamentale in prospettiva. Entro pochi mesi cominceranno infatti i lavori
di urbanizzazione del "Comparto 1", la nuova area residenziale e
commerciale, prevista da numerosi anni tra via Mazzini e via Almici. La
rotonda servirà perciò per tutti gli abitanti del nuovo quartiere e per
facilitare il collegamento tra la zona sud e la zona nord del paese: le
nuove strade che saranno costruite nel Comparto 1, la rotonda e via
Ungaretti costituiranno infatti un nuovo collegamento tra Rezzato paese e
San Carlo, anche grazie ad un attraversamento pedonale sicuro e ad una pista
ciclabile (già si vede che la rotonda è predisposta per realizzare il
passaggio per le biciclette). L'importanza di questi lavori in anticipo è
proprio quella di avere tutto pronto per quando i primi abitanti
arriveranno, ma anche per consentire il transito sicuro dei mezzi di
cantiere durante la costruzione.

Resoconto Consiglio Comunale del 21 luglio 2010

Adeguamento criteri generali per l’affidamento di incarichi di collaborazione a soggetti esterni all’Amministrazione.
Alcune modifiche, soprattutto formali, sui criteri per l'affidamento di incarichi. Illustrato dal Sindaco Danesi. Voto unanime favorevole. APPROVATO.

Esame ed approvazione della Convenzione per lo svolgimento in forma associata del
monitoraggio degli attuali contratti in vigore sino alla scadenza del periodo transitorio, nonché dei compiti di vigilanza, programmazione e controllo sull’attività di distribuzione del gas naturale previsti dall’art. 14 comma 1 del Decreto Legislativo 23 maggio 2000, n. 164.

La convenzione è stipulata tra 28 Comuni ed ha l'intento di monitorare i contratti esistenti sull'affidamento del servizi di distribuzione del gas, con l'obiettivo di arrivare ad un affidamento congiunto, come previsto dalla leggi di liberalizzazione del settore. La possibilità di scegliere il gestore, mettendosi insieme in più Comuni, permetterà di ottenere per tutti i cittadini e le imprese un servizio migliore e dei costi minori.
Illustrato dall'assessore Arici. Voto unanime favorevole. APPROVATO.

Variazione n. 2 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione.
A seguito di alcune entrate che prudenzialmente non erano state inserite nel bilancio, sono stanziati fondi aggiuntivi per le famiglie bisognose e per le manutenzioni delle strade, oltre ad alcuni aggiustamenti formali.
Illustrato dall'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato contrario. APPROVATO

Approvazione del regolamento e della carta dei servizi dell’asilo nido Fiorallegro.
Il regolamento e la carta dei servizi serviranno a mantenere e migliorare l'alto livello di qualità dell'asilo nido, uno dei pochi gestiti direttamente da un Comune in provincia, importantissimo servizio per i bambini e le famiglie. Particolare attenzione sarà posta alla formazione dei dipendenti ed al rapporto tra questi ed i genitori dei bambini. Questa approvazione è stata anche l'occasione per l'assessore Marzaroli e per la capogruppo di Rezzato Democratica, Silvana Archetti, di ringraziare tutti i lavoratori che hanno permesso di raggiungere un alto grado di soddisfazione da parte degli utenti, recentemente valutato con un questionario con un punteggio di circa 4,5 su un massimo di 5.
Illustrato dall'assessore Marzaroli. Voto unanime favorevole. APPROVATO.

Consiglio Comunale del 21 luglio 2010

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Straordinaria
MERCOLEDI’ 21 LUGLIO 2010 0RE 18.30

ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni.
2. Adeguamento criteri generali per l’affidamento di incarichi di collaborazione a soggetti
esterni all’Amministrazione.
3. Esame ed approvazione della Convenzione per lo svolgimento in forma associata del
monitoraggio degli attuali contratti in vigore sino alla scadenza del periodo transitorio,
nonché dei compiti di vigilanza, programmazione e controllo sull’attività di
distribuzione del gas naturale previsti dall’art. 14 comma 1 del Decreto Legislativo 23
maggio 2000, n. 164.
4. Variazione n. 2 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione.
5. Approvazione del regolamento e della carta dei servizi dell’asilo nido Fiorallegro.
6. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Resoconto del Consiglio del 14 giugno 2010

Comunicazioni.
E' stato consegnato un riconoscimento della comunità di Rezzato ai neo-maestri del lavoro cittadini del nostro paese, Silvio Agnelli e Gianpaolo Clerici.
I maestri del lavoro sono nominati dal Presidente della Repubblica tra i lavoratori dipendenti che nella loro carriera si sono distinti per perizia, laboriosità e buona condotta morale. Il Sindaco ha colto l'occasione per annunciare che sarà dedicata proprio ai maestri del lavoro una via o una piazza appena ce ne sarà l'occasione.

E' stata inoltre comunicata dall'assessore Pasini la costituzione di un "Gruppo di Acquisto Fotovoltaico" promossa dal Comune: è un'occasione per installare pannelli fotovoltaici di alta qualità a prezzo ridotto e con tutta l'assistenza tecnica e burocratica assicurata. Per tutte le informazioni sul sito comunale c'è il volantino di presentazione.

Individuazione delle frazioni non metanizzate del comune ai fini del costo del gasolio e del gas e del GPL usati come combustibili per riscaldamento – Legge 448 del 23.12.1998 e S.M.I –Adeguamento normativo.
Si tratta di un adempimento che prevede l'individuazione delle zone del paese a più di 40 metri dalle tubazioni del metano che, ai sensi di legge, hanno la possibilità di chiedere dei contributi, se rientrano in tutti i requisiti stabiliti.
Illustrato dall'assessore Arici. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Modifiche dell’art. 8 della Convenzione per la gestione in forma associata del Sistema Bibliotecario intercomunale Brescia est fra i Comuni di Acquafredda, Bedizzole, Borgosatollo, Botticino, Calcinato, Calvisano, Carpendolo, Castenedolo, Desenzano del Garda, Ghedi, Lonato del Garda, Mazzano, Montichiari, Montirone, Nuvolento, Nuvolera, Pozzolengo, Prevalle, Rezzato, San Zeno Naviglio, Sirmione, Visano.
La modifica riguarda una diversa modalità di riparto dei costi del Sistema Bibliotecario tra i Comuni che lo costituiscono, anche a seguito della progressiva riduzione del contributo della Provincia. Il Sistema Bibliotecario Brescia est comprende 22 Comuni, tra i quali Rezzato è il capofila.
Illustrato dall'assessore Donneschi. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Adozione Variante al Piano d’Intervento Integrato “Spalenza” per riqualificazione area comunale in via Castellini – via Garibaldi ai sensi dell’art. 14 della L.R. 12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni.
Il Piano d'Intervento Integrato prevedeva la realizzazione della rotonda su via Garibaldi (realizzata) e di un edificio da utilizzare come sede del COSP e della Protezione Civile. In attesa della realizzazione della sede, il COSP e la Protezione Civile sono stati temporaneamente sistemati nella cascina Rezzoletta, di proprietà comunale. Da un lato alcuni problemi tecnici incontrati nella costruzione del nuovo edificio, dall'altro la soddisfazione delle associazioni per la sistemazione presso la Rezzoletta (dove gli spazi a disposizione sono maggiori) e la considerazione sull'opportunità di conservare lo spazio verde in via Castellini, hanno portato alla decisione di rivedere quanto stabilito, rendendo definitiva la sistemazione del COSP e della Protezione Civile alla Rezzoletta.
Con la modifica della convenzione, la ditta Spalenza si impegna a versare in contanti la cifra prevista per la realizzazione delle opere ed a rispristinare lo spazio verde di via Castellini.
Illustrato dall'assessore Arici. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Individuazione degli organi collegiali ritenuti indispensabili – Art. 96 D.Lgs. 267/2000
Semplice adempimento formale.
Illustrato dal Sindaco. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Richiesta dell’ Associazione Nazionale Alpini – Sez. di Rezzato, di ampliamento aree in concessione in loc. Monte Regogna. Modifica ed integrazione della Convenzione approvata con delibera di C.C. n. 7 del 04/02/2009.
E' stata ampliata la porzione di bosco che gli Alpini di Rezzato curano, provvedendo alla pulizia ed al taglio delle specie infestanti e non autoctone.
Illustrato dall'assessore Apostoli. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Approvazione del Regolamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari.
Il Regolamento è stato aggiornato in accordo con le modifiche normative e con il fine di renderlo più chiaro ed applicabile. Per le Commissioni, in particolare, è stato introdotto il voto ponderato che permette una rappresentanza equilibrata ed assicurata a tutte le opposizioni.
Illustrato dal Sindaco. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Costituzione della Commissione Bilancio.
E' stata costituita la Commissione Bilancio come prevista dal nuovo Regolamento del Consiglio Comunale.
Illustrato dal Sindaco. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Approvazione del Contratto di servizio tra l’Amministrazione e la Fondazione PINAC
E' l'ultimo atto che porta all'effettiva nascita ed operatività della Fondazione PINAC, come deciso dal Consiglio Comunale del 30 novembre. La costituzione in fondazione permette una maggiore flessibilità organizzativa, nell'ambito delle linee di indirizzo dell'Amministrazione comunale, ed in prospettiva una maggiore facilità di accesso a contributi e sponsorizzazioni. L'obiettivo della fondazione è perciò quello di mantenere ed aumentare l'elevata qualità del servizio educativo reso alla comunità, in particolare a bambini e ragazzi, riducendo i costi a carico del Comune.
Illustrato dall'assessore Donneschi. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Variazione n°1 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione
Alcuni aggiustamento tecnici interni al bilancio, con una sostanziale conferma di quanto già previsto.
Illustrato dall'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Consiglio Comunale del 14 giugno 2010

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Straordinaria
LUNEDI’ 14 GIUGNO 2010 0RE 18.15

ORDINE DEL GIORNO
1. Comunicazioni.
2. Approvazione verbali delle sedute consiliari del 12.04.2010 e del 22.04.2010.

3. Individuazione delle frazioni non metanizzate del comune ai fini del
costo del gasolio e del gas e del GPL usati come combustibili per riscaldamento –
Legge 448 del 23.12.1998 e S.M.I – Adeguamento
normativo.

4. Modifiche dell’art. 8 della Convenzione per la gestione in forma associata de
Sistema Bibliotecario intercomunale Brescia est fra i Comuni di Acquafredda,
Bedizzole, Borgosatollo, Botticino, Calcinato, Calvisano, Carpendolo, Castenedolo,
Desenzano del Garda, Ghedi, Lonato del Garda, Mazzano, Montichiari, Montirone,
Nuvolento, Nuvolera, Pozzolengo, Prevalle, Rezzato, San Zeno Naviglio, Sirmione,
Visano.

5. Adozione Variante al Piano d’ Intervento Integrato “Spalenza” per
riqualificazione area comunale in via Castellini – via Garibaldi ai sensi
dell’art. 14 della L.R. 12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni.

6. Individuazione degli organi collegiali ritenuti indispensabili – Art. 96 D.Lgs. 267/2000

7. Richiesta dell’ Associazione Nazionale Alpini – Sez. di Rezzato, di ampliamento aree in concessione in loc. Monte Regogna.
Modifica ed integrazione della Convenzione approvata con delibera di C.C. n. 7 del 04/02/2009.

8. Approvazione del Regolamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni
Consiliari.

9. Costituzione della Commissione Bilancio.

10.Approvazione del Contratto di servizio tra l’Amministrazione e la Fondazione PINAC

11. Variazione n°1 al Bilancio di Previsione 2010: esame ed approvazione

Resoconto Consiglio del 22 aprile

Il Consiglio Comunale del 22 aprile si è aperto con un omaggio ed un riconoscimento a due cittadine rezzatesi: Luigina Pedercini, per molti anni coordinatrice competente ed appassionata dell'asilo nido comunale e recentamente andata in pensione; Cristina Bresciani, detentrice del record mondiale di palleggi.

Comunicazioni
E' stato comunicato che lunedì prossimo 26 aprile aprirà la nuova piscina comunale e che i primi tre giorni l'ingresso sarà gratuito.

Modifica al Regolamento per l’applicazione della Tariffa di Igiene Ambientale.
Le modifiche approvate sono state esclusivamente formali, di adeguamento ad alcune recenti variazioni normative.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Servizi Pubblici a Domanda Individuale – Disciplina generale delle tariffe dei beni e dei servizi per l’anno 2010.
Le tariffe dei servizi (trasporto, mensa, asilo nido, etc...), in considerazione del periodo di grave crisi economica e nonostante le ristrettezze di bilancio, sono rimaste sostanzialmente invariate, solo con qualche piccolo adeguamento.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Conferma per l’anno 2010 della misura della compartecipazione dell’addizionale comunale dell’IRPEF e della relativa soglia di esenzione.
Confemata l'aliquota allo 0.2% con soglia di esenzione di 15.000 €.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Imposta Comunale sugli immobili – I.C.I. – Determinazione delle aliquote per l’anno 2010.
Confermate le aliquote ICI vigenti ormai da diversi anni.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Tariffa di Igiene Ambientale per l’anno 2010 – Approvazione del Piano finanziario.
Il piano finanziario è l'insieme dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, da cui deriva poi la tariffa che ciascuno paga: la tariffa copre infatti esattamente i costi del servizio, così come prevede la legge, senza alcun guadagno per il Comune. Dal piano finanziario 2010 emerge che le tariffe del 2010 (quelle che si pagheranno per quest'anno, mentre le bollette arrivate fino ad ora erano relative al 2009) rimarranno sostanzialmente invariate, con piccolissimi aumenti o addirittura piccolissimi cali: è un risultato molto positivo, che fa vedere come il primo anno di raccolta porta a porta non comporti forti aumenti della tariffa come molti temevano. L'assessore ha anche comunicato come la percentuale di raccolta differenziata, grazie alla collaborazione dei cittadini ed al loro snso civico, stia viaggiando intorno ad un notevolissimo 70%.
Illustrato dall'Assessore Apostoli. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Approvazione programma triennale lavori pubblici 2010/2012 ed elenco lavori anno 2010.
Il programma dei lavori pubblici risente ovviamente del periodo di crisi e dei tagli ai fondi trasferiti ai Comuni: non un libro dei sogni, perciò, ma un programma realistico, concentrato sulle priorità, di controllo responsabile della spesa. La priorità è stata data agli interventi per la messa in sicurezza delle nostre scuole, in particolare per la nuova normativa antisismica: interventi che magari si vedono poco ed hanno poca pubblicità, ma fondamentali per la sicurezza dei nostri bambini e ragazzi.
Illustrato dall'Assessore Arici. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Esame ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2010, della Relazione
Previsionale e Programmatica 2010 – 2012, del bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012.

Il bilancio è stato scritto seguendo questi tre criteri fondamentali:
- priorità al mantenimento dei servizi sociali, ancora più importanti in un momento difficile come questo, in cui tali servizi sono un sollievo ed un aiuto sia per i più bisognosi, ma anche per le normali famiglie magari con padre o madre in cassaintegrazione, con più figli, con un genitore anziano, etc...
- riduzione degli oneri di urbanizzazone utilizzati per coprire le spese correnti: significa non usare il nostro territorio per fare cassa, svincolando le spese quotidiane del Comune da quanto si costruisce, per potere essere liberi di compiere le scelte urbanistiche più giuste e lungimiranti, senza la spada di Damocle dei conti da far quadrare. E' una scelta difficile, ma di grande responsabilità;
- l'avanzo di gestione sarà utilizzato per diminuire i già bassi debiti del Comune: in un momento economiamente difficile, come un buon padre di famiglia, si cerca di risparmiare, di ridurre il debito per potere essere più forti e sicuri per il futuro.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO


Esame ed approvazione del Rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2009.
Il risultato più di spicco per il 2009 è sicuramente il rispetto del Patto di Stabilità. Il Patto di Stabilità è un insieme di regole stabilite a livello centrale che impone vincoli rigidissimi ai Comuni, impedendo di spendere persino soldi anche quando ci sono in cassa! Il Patto, se non rispettato, ha delle sanzioni molto pesanti, che avrebbero imposto quest'anno di dovere tagliare moltissimo, mettendo a rischio anche alcuni servizi. Una gestione attenta delle spese ha permesso di rispettare queste regole, violate da molti Comuni, dimostrando ancora una volta come Rezzato abbia i conti assolutamente in ordine.
Illustrato dall'Assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO


Approvazione del Piano Socio Assistenziale, del Regolamento per l’individuazione delle condizioni economiche per l’accesso alle prestazioni agevolate e del verbale di accordo tra il Comune di Rezzato ed i sindacati dei pensionati bresciani di Rezzato SPI – CGIL- FNP-CISL e UIL per l’anno 2010.
Il Piano Socio Assistenziale racchiude tutti i numerosi servizi sociali che il Comune eroga ai cittadini.
Illustrato dall'Assessore Marzaroli. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Adozione piano di recupero immobile denominato Cascina “Fenile Gos” in variante al P.R.G. ai sensi art. 2.2 Legge Regionale 23/1997 e S.M.I.
Si tratta del recupero di una cascina oggi quasi abbandonata.
Illustrato dall'Assessore Vitali. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Adesione al “Patto dei Sindaci” e della Campagna “Energia sostenibile per l’Europa”, affidamento del coordinamento alla Comunità Montana di Valle Sabbia e affidamento incarico alla PUBLICONSULT SRL.
Anche Rezzato aderisce alla campagna europea dei Comuni che si impegnano a rispettare il raggiungimento del cosidetto 20-20-20, ossia l'obiettivo che l'Europa si è data di ridurre del 20% le emissioni di gas serra, risparmiare il 20% di energia e produrre almeno il 20% di energia dalle fonti rinnovabili. Oltre a confermare l'impegno del Comune di Rezzato per lo sviluppo sostenibile, questa adesione permetterà di accedere a contributi europei.
Voto unanime favorevole. APPROVATO


Approvazione della Bozza del Contratto di servizio tra l’Azienda Speciale Almici ed il Comune di Rezzato per il Triennio 2010 – 2012.
E' il contratto che regola i rapporti tra il Comune e l'azienda speciale Almici, interamente di proprietà del Comue stesso, che gestisce la casa di riposo, il centro diurno.
Voto unanime favorevole. APPROVATO

Consiglio Comunale del 22 aprile 2010

Di seguito è pubblicato il ricco ordine del giorno del Consiglio Comunale di giovedì 22 aprile, che ha come argomento principale il bilancio e tutti gli atti collegati.
Come sempre, la seduta del Consiglio è pubblica e tutti i cittadini possono assistere.


CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Ordinaria
Giovedì 22 Aprile ore 18.30
ORDINE DEL GIORNO
1. Comunicazioni.

2. Approvazione verbali delle sedute consiliari del 18.12.2009 e del 29.01.2010.

3. Modifica al Regolamento per l’applicazione della Tariffa di Igiene Ambientale.

4. Servizi Pubblici a Domanda Individuale – Disciplina generale delle tariffe dei beni e dei servizi
per l’anno 2010.

5. Conferma per l’anno 2010 della misura della compartecipazione dell’addizionale comunale dell’IRPEF e della relativa soglia di esenzione.

6. Imposta Comunale sugli immobili – I.C.I. – Determinazione delle aliquote per l’anno 2010.

7. Tariffa di Igiene Ambientale per l’anno 2010 – Approvazione del Piano finanziario.

8. Approvazione programma triennale lavori pubblici 2010/2012 ed elenco lavori anno2010.

9. Esame ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2010, della Relazione
Previsionale e Programmatica 2010 – 2012, del bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012.

10. Esame ed approvazione del Rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2009.

11. Approvazione del Piano Socio Assistenziale, del Regolamento per l’individuazione delle condizioni economiche per l’accesso alle prestazioni agevolate e del verbale di accordo tra il Comune di Rezzato ed i sindacati dei pensionati bresciani di Rezzato SPI – CGIL- FNP-CISL e UIL per l’anno 2010.

12. Adozione piano di recupero immobile denominato Cascina “Fenile Gos” in variante al P.R.G. ai sensi art. 2.2 Legge Regionale 23/1997 e S.M.I.

13. Adesione al “Patto dei Sindaci” e della Campagna “Energia sostenibile per l’Europa”, affidamento del coordinamento alla Comunità Montana di Valle Sabbia e affidamento incarico alla PUBLICONSULT SRL.

14. Convenzione tra i Comuni di Calvagese della Riviera e Rezzato per lo svolgimento del Responsabile dell’ufficio Tecnico Lavori Pubblici e Patrimonio.

15. Approvazione della Bozza del Contratto di servizio tra l’Azienda Speciale Almici ed il Comune di Rezzato per il Triennio 2010 – 2012.

16. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Resoconto del Consiglio Comunale del 12 marzo 2010

Venerdì 12 marzo si è tenuto il Consiglio Comunale, del quale vi scrivo un breve resoconto, ricordando comunque a tutti che le sedute dei Cinsigli sono pubbliche e chiunque vi può assistere.

Rideterminazione dei gettoni di presenza delle sedute del
Consiglio e delle Commissioni Consiliari ex art. 82 D.Lgs. 267/2000

La rideterminazione è in realtà un adeguamento automatico, essendo venute meno delle riduzioni obbligatorie di legge ed avendo il nostro Comune rispettato il Patto di Stabilità per l'anno 2009.
I gettoni di presenza tornano in pratica alle cifre del 2008, ossia pari a circa 22 euro per seduta.
Illustrato dal Sindaco. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Approvazione Bozza Convenzione ENEL SOLE S.p.a gestione
impianti illuminazione pubblica ENEL

La nuova convenzione riguarda alcuni punti luce dell'illuminazione pubblica (circa il 10% di quelli di Rezzato) ed è stata concordata tra più Comuni, per aumentare la forza cotnrattuale ed ottenere più vantaggi per i cittadini: il risultato è un piccolo risparmio economico, una maggiore attenzione alla manutezione ed alla cura dei lampioni.
Illustrato dall'Assessore Arici. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Alienazione file loculi presso il cimitero di Virle
Essenoci per il cimitero di Virle richieste di comprare file di loculi in modo anticipato per potere poi utilizzare tombe vicine per i proprio cari ed essendoci a Virle un numero sufficiente di spazi, si è deciso di procedere a questa alienazione, per venire in contro alle necessità delle famiglie e reperire fondi aggiuntivi per il bilancio comunale.
Illustrato dall'Assessore Arici. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Modificazione ed integrazione della convenzione urbanistica
approvata dal Consiglio Comunale con delibera n. 64 del
27/09/2006 relativa piano attuativo immobile ex Padana Est ora
Magazzone 2 S.r.l

La modifica della convenzione permette la partenza già da lunedì 15 marzo dei lavori per la realizzazione di una rotonda sulla ex Statale 11, in corrispondenza di via Ungaretti, con spese totalmente a carico della società Magazzone 2, proprietaria del Continente. Tale lavoro è realizzato in anticipo sulla possibilità che la società ha acqusito alcuni anni fa di realizzare edifici commerciali nei pressi del Continente.
La rotonda è importante perchè costituirà l'ingresso del nuovo quartiere che tra qualche mese comincerà a sorgere nel "Comparto 1".
Illustrato dal Sindaco. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuta, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO

Tariffa di igiene ambientale: alcuni chiarimenti

Riportiamo alcuni chiarimenti a firma degli assessori Apostoli e Giacomini in tema di tariffa di igiene ambientale.

1 - L’aumento della tariffa è legato in parte al passaggio al sistema di raccolta “porta a porta” ed in parte all’aumento del prezzo di conferimento dei rifiuti solidi urbani (deciso dalla Provincia). Il piano finanziario della gestione rifiuti viene redatto in via previsionale ogni anno; per l’esercizio 2009 (perché è a quello che ci stiamo riferendo) erano previsti quattro mesi di “porta a porta” e di conseguenza questi sono stati addebitati nelle fatture 2009. Il fatto che il cambiamento delle modalità di raccolta sia partito a dicembre e non a settembre farà sì che gli aumenti della TIA per il 2010 saranno più contenuti rispetto a quanto previsto.

2 - Il Comune di Rezzato per il passaggio al sistema “porta a porta” ha ricevuto un unico sostegno pari a circa 22.000 € promessi dalla Provincia di Brescia per il compost di qualità. Su un servizio che comporta costi pari a quasi 1,5 milioni di euro è facile comprendere come tale contributo sia irrilevante (non copre nemmeno l’1,6% del costo totale del servizio).

3 - Già negli anni passati il servizio di raccolta rifiuti era gestito all’esterno ed anche per i prossimi tre anni sarà così. Il Comune, per dettato normativo nazionale, non può introitare un euro in più rispetto al costo del servizio di raccolta dei rifiuti ed è quindi priva di ogni fondamento l’idea che attraverso un aumento della tariffa si stia cercando di aumentare le entrate del Comune per far fronte a capitoli di spesa diversi dalla raccolta rifiuti. Il rapporto con la società Aprica, vincitrice del bando emesso dal Comune nel 2008, è di costante confronto e di pungolo da parte del Comune verso l’azienda affinché il servizio sia di elevata qualità e le tariffe il più contenute possibile.

Come Amministrazione Comunale siamo consci del particolare momento di difficoltà che stanno attraversando le famiglie e le imprese e per questo abbiamo previsto importanti riduzioni per le categorie più deboli (ad esempio gli anziani a basso reddito); tuttavia la normativa nazionale non permette manovre di più ampio respiro che possano portare ad una generalizzata diminuzione delle tariffe di igiene urbana.

I dati finora pervenuti sull’aumento della differenziazione dei rifiuti (probabilmente sopra il 70% a fronte di un dato di partenza del 38%), l’aumento del costo di conferimento dei RSU indifferenziati deciso dalla Provincia e l’interessamento mostrato da altri comuni per il passaggio al sistema porta a porta ci confermano la bontà della scelta effettuata. Va ricordato inoltre che la Provincia di Brescia ha stabilito l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata entro il 2013 e chi non raggiungerà tale obiettivo avrà delle penalità in termini di tariffa.

Non nascondiamo che esistono ancora punti da migliorare e soluzioni da trovare per rendere più efficiente il servizio e minori le tariffe: per questo stiamo lavorando e lavoreremo in futuro cercando sempre la massima collaborazione dei cittadini rezzatesi (ad esempio abbiamo richiesto la possibilità di rateizzare il pagamento delle fatture 2009).

Ricordiamo inoltre che è possibile informarsi presso gli uffici competenti o chiedere appuntamento agli assessori che sono sempre disponibili a ricevere e spiegare le scelte e le ragioni del loro operato ed a illustrare quali sono le competenze e le relative responsabilità del Comune e quali scelte competono invece ad altri enti (come il già citato prezzo di conferimento dei rifiuti solidi urbani).

Marco Apostoli – Assessore all’Ecologia, Comune di Rezzato
Davide Giacomini – Assessore al Bilancio, Comune di Rezzato
CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Straordinaria – Prima Convocazione
Venerdì 12 marzo 2010 – ore 18.30
ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni.

2. Rideterminazione dei gettoni di presenza delle sedute del
Consiglio e delle Commissioni Consiliari ex art. 82 D.Lgs. 267/2000

3. Approvazione Bozza Convenzione ENEL SOLE S.p.a gestione
impianti illuminazione pubblica ENEL

4. Alienazione file loculi presso il cimitero di Virle

5. Modificazione ed integrazione della convenzione urbanistica
approvata dal Consiglio Comunale con delibera n. 64 del
27/09/2006 relativa piano attuativo immobile ex Padana Est ora
Ragazzone 2 S.r.l

6. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Continua il cammino del PGT

Dopo la partecipata assemblea di lunedì scorso 8 febbraio, il cammino del PGT continua, con gli aggiornamenti che trovate nella pagina speciale del sito comunale. Vi segnaliamo in particolare il questionario da compilare, per potere ascoltare dalla voce di ciascuno suggerimenti ed informazioni importanti: vi richiede meno di 5 minuti di tempo e lo trovate in forma cartacea in Comune e Biblioteca oppure come file.

PGT, primo incontro pubblico

Lunedì 8 febbraio avrà luogo il primo incontro pubblico, aperto a tutta la cittadinanza, per il Piano di Governo del Territorio (PGT).
Questo primo incontro sarà incentrato su una breve spiegazione di cosa sia il PGT, di quale sarà il percorso partecipativo seguito e del punto di partenza per la stesura del piano, ossia lo stato di fatto ambientale ed urbanistico di Rezzato.
Appuntamento quindi a lunedì 8 febbraio, ore 20.30, presso la sala civica Italo Calvino.

per saperne di più

Resoconto del Consiglio del 29 gennaio 2010

Come ad ogni Consiglio Comunale, cerco di fare un breve resoconto di come è andato per i punti più importanti all'ordine del giorno.

Ne approfitto per ricordare che le sedute del Consiglio Comunale sono pubbliche ed aperte a tutti.


Comunicazioni

Il Sindaco ha comunicato l'approvazione da parte della Giunta delle linee guida politiche per la redazione del PGT, già illustrate e discusse nella Commissione Consiliare “Urbanistica e Cave”. E' un documento che rappresenta una tappa chiave nelle preparazione del Piano di Governo del Territorio.


Piano degli impianti pubblicitari e norme tecniche di attuazione

Il nuovo regolamento regola la pubblicità e le affissioni nel Comune in modo preciso e rigoroso, con l'intento di rendere le nostre strade più ordinate, pulite e belle.

Il territorio è stato suddiviso in tre zone diverse, per ciascuna delle quali è stato stabilito quali cartelli pubblicitari ed insegne possono essere messi, in quali posizioni, con quali forme e dimensioni.

Il risultato sarà avere più ordine d omogeneità, ma anche molti cartelli in meno: saranno ad esempio tolti tutti quelli sulle rive del Naviglio lungo la ex Statale 11, che tanto abbruttiscono la vista.

Tutti i cartelli dovranno adeguarsi entro un massimo di 2 anni, cominciando dalla rimozione immediata di quelli abusivi.

Illustrato dall'assessore Pasini. Voto unanime favorevole. APPROVATO


Regolamento per l'applicazione della tariffa di igiene ambientale: esame ed approvazione

Approvato il nuovo regolamento sulla Tariffa rifiuti, già illustrato nelle sue linee fondamentali nelle assemblee pubbliche sulla raccolta differenziata “porta a porta”.

Quanto ciascuna utenza pagherà sarà costituito da:

  • una parte fissa calcolata in base alla superficie dell'appartamento ed al numero dei componenti, che copre i costi fissi dl servizio;

  • una parte che copre un numero minimo garantito di svuotamenti dell'indifferenziato, calcolati in base al numero di componenti;

  • una quota aggiuntiva che pagherà solo chi farà più svuotamenti di quelli garantiti previsti per ciascuno svuotamento in più.

Previste inoltre alcuni importanti sconti per le famiglie con bambini sotto i 3 anni, anziani e malati che necessitano dell'utilizzo di pannolini, ultra 65enni con reddito non elevato, associazioni ed ONLUS, etc...

Illustrato dall'assessore Giacomini. Voto: Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contraria, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO


Regolamento di igiene urbana per il servizio di raccolta e smaltimento: esame ed approvazione

Il regolamento di igiene urbana e raccolta dei rifiuti va a prevedere il funzionamento del nuovo sistema “porta a porta”, così come già oggi lo vediamo in opera.

Ci sono altri punti importanti per la pulizia ed il decoro del nostro paese: obbligo di chi è per strada con un cane di avere il necessario er raccoglierne gli escrementi, divieto di gettare volantini pubblicitari per strada o di metterli sul cruscotto delle macchine.

Illustrato dall'assessore Apostoli. Voto: RD favorevole, RdL contraria, UpR astenuto. APPROVATO


Acquisizione gratuita area in via Pisacane angolo via XXV Aprile - Approvazione Bonario Accordo con la ditta cedente

passo necessario per la prossima realizzazione della rotonda tra via Pisacane e via XXV aprile, interamente carico di chi ha costruito nella vicina area.

Illustrato dall'assessore Vitali. Voto unanime favorevole. APPROVATO


Mozione sull'acqua

Il gruppo di RD ha presentato una mozione in difesa dell'acqua come bene pubblico e diritto fondamentale. La mozione chiede a tutto il Consiglio di affermare che l'acqua non è una merce come le altre da assoggettare solo alle leggi del profitto, ma è un bene comune da difendere e tutelare, gestendolo con attenzione all'ambiente, alla salute ed alla difesa dei più deboli.

La mozione critica il “decreto Ronchi”, la norma che a fine 2009 ha dato il via alla cosiddetta “privatizzazione dell'acqua”, in contrasto anche con le norme della Regione Lombardia.

Illustrata dal consigliere Gallina. Voto: RD favorevole, RdL e UpR contrari. APPROVATA.


Mozione sull'aggressione a Berlusconi

Il gruppo di RdL ha presentato una mozione in cui si condanna l'aggressione a Berlusconi, dandone però la colpa alle critiche mosse dalla stampa e dalle forze di opposizione... per questo motivo non è stato possibile per i consiglieri di RD esprimere la solidarietà che, riferita al gesto di uno squilibrato, era ed è normale per chi come tutti noi è contrario ad ogni forma di violenza.

Non è stata illustrata da nessun esponente di RdL. Dichiarazione di voto della capogruppo di RD Silvana Archetti. Voto: RD contrario, RdL favorevoli, UpR astenuto. RESPINTA.

Venerdì 29/01, Consiglio Comunale

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Seduta Straordinaria
VENERDI’ 29 Gennaio 2010 ore 19.00

ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni.
2. Approvazione Verbale della seduta consiliare del 30.11.2009.
3. Piano degli impianti pubblicitari e norme tecniche di attuazione.
4. Adesione al CST provinciale - Approvazione delle schema di rinnovo della Convenzione per l'Istituzione e gestione del CST - ALI della Provincia di Brescia denominato "Centro Innovazione e Tecnologie".
5. Regolamento per l'applicazione della tariffa di igiene ambientale: esame ed approvazione.
6. Regolamento di igiene urbana per il servizio di raccolta e smaltimento: esame ed approvazione.
7. Acquisizione gratuita area in via Pisacane angolo via XXV Aprile - Approvazione Bonario Accordo con la ditta cedente.
8. Alienazione dell'uso pubblico di area urbana di proprietà privata, complesso residenziale Saresino.
9. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Commissioni consiliari al via

Settimana prossima prenderà il via l'attività delle commissioni consiliari, dopo la delibera del Consiglio comunale del 18/12/09. Ampliate a 7 membri, per rispettare meglio la proporzione tra le due opposizioni, le quattro commissioni consiliari permanenti sono così composte:

1^ COMMISSIONE URBANISTICA E CAVE
fanno parte della commissione i seguenti consiglieri:
- Giorgio Gallina (Rezzato Democratica)
- Emilio Rana (Rezzato Democratica)
- Angelo Bonassi (Rezzato Democratica)
- Enzo Pasinetti (Rezzato Democratica)
- Giovanni Ventura
- Gianfranco Sandrini
- Alfredo Scaroni

2^ AMBIENTE, ECOLOGIA, LAVORI E SERVIZI PUBBLICI
fanno parte della commissione i seguenti consiglieri:
- Giorgio Gallina (Rezzato Democratica)
- Emilio Rana (Rezzato Democratica)
- Angelo Bonassi (Rezzato Democratica)
- Enzo Pasinetti (Rezzato Democratica)
- Giovanni Ventura
- Gianfranco Sandrini
- Alfredo Scaroni

3 ^ CULTURA, ISTRUZIONE, POLITICA DELLA GIOVENTU’ SPORT
fanno parte della commissione i seguenti consiglieri:
- Enzo Pasinetti (Rezzato Democratica)
- Emilio Rana (Rezzato Democratica)
- Angelo Bonassi (Rezzato Democratica)
- Carla Ferrari Agradi (Rezzato Democratica)
- Gianpiero Bigoni
- Sergio Renato Voglini
- Alfredo Scaroni

4^ SERVIZI SOCIALI, SANITA’
fanno parte della commissione i seguenti consiglieri:
- Emanuela Ogna (Rezzato Democratica)
- Emilio Rana (Rezzato Democratica)
- Angelo Bonassi (Rezzato Democratica)
- Carla Ferrari Agradi (Rezzato Democratica)
- Gianpiero Bigoni
- Pierpaolo Frassine
- Alfredo Scaroni

Buon lavoro a tutti i consiglieri coinvolti.
top