Resoconto del Consiglio comunale del 29 maggio 2013


Il Consiglio si apre ricordando la recente nomina di Marco Bonometti presidente dell'AIB, nomina che fa onore a Rezzato. Viene inoltre ricordata la recente votazione del parlamento italiano per la ratifica della convenzione di Istanbul relativa alla lotta alla violenza contro le donne.

Relazione CdA farmacia comunale
Il presidente del CdA della farmacia comunale di S.Carlo ha illustrato i risultati della società.
Una prima osservazione è stata che i consumi di farmaci sono in calo, perchè colpiti anch'essi dalla crisi economica. Nonostante il calo dei consumi, i servizi forniti dalla farmacia sono rimasti inalterati ed è stato generato un utile di € 88.000 che, per la parte di competenza del Comune, va a sostenere le spese per i servizi sociali. In modo unanime da parte di diversi consiglieri (Donneschi, Arici, Ventura E.) è stato riconosciuto l'alto livello di qualità del servizio e di professionalità della farmacia comunale.

Individuazione organi collegiali ritenuti indispensabili
Per il Comune di Rezzato gli organi collegiali individuati sono: le commissioni consigliari, la conferenza dei capigruppo, la commissione igienico-edilizia e la commissione del paesaggio.
Illustra il segretario. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Modifica regolamento igiene urbana
Il regolamento che riguarda il servizio di raccolta rifiuti urbani è stato adeguato per l'introduzione della TARES (che sostituisce la TIA per decisione statale). In particolare sono stati introdotti dei quantitativi per l'assimilazione dei rifiuti da utenze non domestiche.
Illustra l'assessore Ogna. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà astenuti, Lega Nord astenuto. APPROVATO

Modifica alle convenzioni per impianti sportivi
Considerata la difficoltà per le associazioni sportive nello stipulare fideiussioni previste dalle convenzioni per la gestione di impianti sportivi comunali, è stato ridotto l'importo di tali cauzioni.
Illustra il segretario. Voto unanime favorevole. APPROVATO

Approvazione regolamento TARES
Il regolamento disciplina la TARES, la nuova "tassa rifiuti" introdotta dallo Stato al posto della precedente TIA.
L'impostazione rimane la stessa, con alcuni importanti incentivi (per chi fa il compostaggio domestico, per chi utilizza pannolini lavabili, per aziende che mandano i loro rifiuti direttamente a recupero) e agevolazioni (per anziani a basso reddito, invalidi), che danno un doppio segnale di attenzione ai temi ambientali e sociali. L'invito ai cittadini che rientrassero in queste categorie è quello di informarsi presso gli uffici per eventualmente godere di tali benefici. L'assessore ha poi ricordato come la TARES copra interamente ed esclusivamente i costi del servizio.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà astenuti, Lega Nord astenuto. APPROVATO

Approvazione definitiva allegato sostenibili al regolamento edilizio
Il regolamento è stato adottato in aprile ed è stato poi a disposizione per osservazioni da parte di chiunque fosse interessato: nessuna osservazione è arrivata. Solo l'ASL ha mandato un parere per una piccola modifica formale.
Come già detto nel precedente Consiglio, il nuovo regolamento edilizio sostenibile indica i criteri per costruire e ristrutturare i nuovi edifici a Rezzato secondo i principi di sostenibilità ambientale, risparmio energetico, riduzione consumi di acqua, bioedilizia, valorizzazione del verde.
Il nuovo regolamento prevede alcune importanti prescrizioni obbligatorie, mentre altre facoltative e suggerite: per chi deciderà di seguire queste indicazioni ci saranno dei "punti" che permetteranno di avere degli sconti sugli oneri di urbanizzazione: un modo per aiutare concretamente chi si impegna di più. Gli sconti saranno più forti (raggiungendo il 50%) fino a fine 2014, per aiutare la partenza delle nuove regole.
Alcuni esempi: a Rezzato le nuove costruzioni saranno almeno in classe energetica B come nelle esperienze più avanzate, saranno incentivati il recupero delle acque piovane, le pareti verdi o ventilate, si favorirà la costruzione con materiali naturali, la produzione di energia da fonti rinnovabili e l’isolamento acustico, etc...
Innovazioni che, oltre a migliorare l’ambiente, daranno nel tempo risparmi sulle bollette e renderanno gli edifici più confortevoli per chi li abiterà o userà.
L'assessore ha colto l'occasione per comunicare che l'8 maggio scorso la Giunta ha inoltre modificato gli oneri di urbanizzazione anche per altri aspetti, introducendo uno sconto del 15% per chi interviene nei centri storici del paese e adeguando il resto soltanto all’inflazione.
Due obiettivi del PGT diventano perciò fatti: l'incentivo all'edilizia sostenibile e il favorire il recupero dei nostri centri storici.
Illustra l'assessore Gallina. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato contrario, Rezzato delle Libertà contrario, Lega Nord contrario. APPROVATO

Interrogazioni
Sono state poi discusse tre interrogazioni da parte dell'opposizione:

1. sui ritardi nel taglio del verde (illustra consigliera Orioli).

L'assessore Ogna ha spiegato come l'affidamento sia stato dovuto essere fatto mediante gara, anche se a cooperativa sociale e ciò, unito alle piogge eccezionali, ha comportato alcuni ritardi. E' stato inoltre spiegato che nel nuovo affidamento che è in corso saranno previsti criteri più stringenti sul tempo per l'esecuzione di tutti i lavori (oggi servono 15-20 giorni per completare tutti i tagli). Il Sindaco ha poi spiegato come siano stati sollecitati in particolare i tagli lungo la viabilità che potessero creare situazioni pericolose.

2. sul mercato agricolo (illustra consigliera Orioli).

L'interogazione critica il fatto che il mercato agricolo sia stato deciso senza consultare ufficialmente i commercianti, accusando l'assessore Pasini di avere mentito in Consiglio e ipotizzando la richiesta di dimissioni. L'interrogazione afferma poi che in base alle informazioni emerse in seguito, l'opposizione non avrebbe votato a favore del mercato agricolo. L'assessore Pasini ha precisato come avesse parlato di contatti informali avuti con alcuni commercianti -cosa effettivamente fatta- e perciò come abbia detto in Consiglio cose esclusivamente vere. Ha poi spiegato che il mercato agricolo ha, come le molte altre iniziative messe in campo, l'obiettivo di rivitalizzare il paese, favorendo così anche il commercio di vicinato, che riteniamo un elemento importantissimo per la qualità della vita a Rezzato. Ha inoltre spiegato che i commercianti saranno sentiti e che il mercato va incontro alle richieste di molti cittadini che cercano prodotti "a chilometro zero". Ha inoltre auspicato che al mercato possano partecipare produttori rezzatesi.

3. sulle azioni relative ad un'area acquisita dal Comune a seguito di abuso edilizio (illustra consigliera Orioli).
L'interogazione, che ne segue una simile dello scorso anno, chiede cosa sia stato fatto dal Comune per entrare in possesso di un'area acquisita dal Comune a seguito di abuso edilizio ed attualmente occupata abusivamente. Il Sindaco ha illustrato tutti i passaggi fatti nell'ultimo anno, tra l'altro secondo un percorso concordato in Commissione consigliare con l'unanimità anche dell'opposizione. Ha inoltre spiegato che si sta studiando la possibilità di percorsi dai tempi più rapidi di quello civilistico concordato, che sconta le lungaggini della giustizia, non certo attribuibili al Comune.








Resoconto del Consiglio Comunale del 29 aprile 2013



Esame ed approvazione del Rendiconto dell’esercizio finanziario 2012
Illustra Assessore Giacomini.
Negli anni 2007-2014 il contributo finanziario apportato dai Comuni al risanamento della finanza pubblica è di oltre 15 miliardi di euro di cui:
­          40% da tagli di risorse trasferite;
­          60% da inasprimento del patto di stabilità.
Per ciò che concerne Rezzato e l’anno 2012 si possono considerare tagli ai trasferimenti di centinaia di migliaia di € a cui sono da aggiungere somme bloccate dal patto di stabilità superiori al mezzo milione di euro. Ciononostante, gli elementi principali che emergono dal bilancio 2012 delineano una gestione corretta e virtuosa a livello contabile:
-          il conto consuntivo non presenta disavanzo di amministrazione, né esistono debiti fuori bilancio;
-          con  sacrifici e dolorose rinunce a opere già finanziate è stato rispettato il patto di stabilità 2012;
-          la relazione del revisore dei conti riconosce la regolarità contabile e finanziaria della gestione dell’ente;
-          come auspicato in sede di approvazione del bilancio previsionale non sono stati utilizzati oneri di urbanizzazione per il finanziamento della spesa corrente, così come avvenuto nel 2011. Il Comune di Rezzato ha  anticipato di due anni quanto previsto dalla normativa nazionale.
-          Il Comune di Rezzato anticipa anche la normativa nazionale sull’indebitamento: a fronte di un limite di incidenza degli oneri passivi sulla spesa corrente all’8% a Rezzato il dato è bassissimo pari all’1,58%, grazie al rimborso di mutui per 4 milioni di euro in due anni;
-          A Rezzato, a differenza di tanti altre amministrazioni pubbliche sono stati garantiti pagamenti tempestivi alle aziende fornitrici.  Questo a portato a non poter mettere in cantiere tutte le opere che vorremmo e che sono necessarie ed è necessaria una riforma del patto di stabilità, soprattutto per gli enti con il bilancio in ordine e lungimirante, come Rezzato.
-          la gestione 2012 ha prodotto un avanzo di amministrazione pari a 2.584.000 €, creato soprattutto dai già citati meccanismi contabili del patto di stabilità.

Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà contrari.

Adesione del Comune di Rezzato al “Consorzio Brescia Energia e servizi” per l’acquisto di energia elettrica sul mercato libero.
Illustra ass. Arici. Adesione al Consorzio, interamente di proprietà pubblica, dedicato all’acquisizione di energia elettrica sul mercato libero per conto degli enti aderenti. A fronte di una modesta quota associativa (500€/anno), sono previsti notevoli benefici ottenibili dall’acquisto aggregato da parte più comuni.
Tutti favorevoli.

Approvazione della Convenzione per la gestione del bocciodromo comunale. Periodo 1.5.13-30.4.2017
Approvazione della Convenzione per la gestione del bocciodromo comunale, sono definite le competenze del Comune e quelle dell’ente gestore. Il bocciodromo continua ad essere un importante punto di ritrovo per tanti rezzatesi, soprattutto pensionati. L’impegno del Comune è quello di garantire una struttura adeguata e vigilare sulla gestione.
Tutti favorevoli.

Approvazione della convenzione tra il Comune di Rezzato e l’associazione Ecomuseo del Botticino finalizzata alla partecipazione del Comune all’attività svolta dall’associazione Ecomuseo nell’ambito della tutela e promozione dei territori del bacino marmifero.
Illustra il Sindaco Danesi. Approvazione dello Statuto che regola i rapporti tra i comuni aderenti e l’associazione Ecomuseo del Botticino alla quale aderiscono tutti i comuni da Botticino a Gavardo. Al presente link si trovano tutte le informazioni sull’associazione e le attività da essa promosse http://www.ecomuseobotticino.it/
Tutti favorevoli.

top