Resconto del Consiglio comunale del 19 luglio 2013


All'ordine del giorno del Consiglio:

Approvazione convenzione tra il Comune di Rezzato e Mazzano per la gestione associata della procedura di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.

Cinque anni fa si fece la scelta di fare una gara unica con Mazzano per affidare il servizio rifiuti e questa scelta viene riconfermata. Fare la gara insieme consente di suddividere i costi, risparmiando, e di fare una gara unica che, grazie alle economie di scala, consenta di ottenere dal vincitore dei prezzi più bassi.
Nelle prossime settimane sarà preparato il capitolato della gara che, confermando la scelta vincente del "porta a porta" (ricordiamo che siamo tra i comuni "ricicloni" e "rifiuti free" premiati da legambiente, che la nostra raccolta differenziata è arrivata al 78%!) Il nuovo affidamento partirà dal 2014.
Illustra l'assessore Ogna. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà voto difforme (Orioli e Sandrini favorevoli, Voglini astenuto), Lega Nord astenuti. APPROVATO

Per i dettagli sui risultati raggiunti da Rezzato, grazie alle scelte coraggiose fatte ed al senso civico ed impegno dei cittadini, è possibile guardare la pagina dei "comuni ricicloni": http://www.ricicloni.it/comune/scheda/017161

Resoconto Consiglio comunale del 4 luglio 2013


Approvazione Programma Lavori Pubblici Triennio 2013/2015 e approvazione elenco interventi 2013
I lavori pubblici negli ultimi anni hanno risentito dei tagli e purtroppo anche quest'anno non è possibile prevedere tutto ciò di cui ci sarebbe bisogno, ma con grande attenzione, qualcosa si riesce a fare.
In queste settimana sono già partiti i lavori per la rotatoria di Treponti, la riqualificazione di via leonardo, la rotatoria tra via Amendola e Prati (quest'ultima grazie ad una multa data ad un cavatore a seguito dei controlli comunali). Partirà prossimamente il rifacimento del porfido di via De Gasperi. Dovrebbero partire invece entro fine anno - ma dipende dalle ferrovia e non dal Comune- il sottopassaggio sulla provinciale della Lupa.
Tra le previsioni abbiamo la continuazione delle verifiche sismiche sulle scuole (vera priorità quella di avere i nostri bambini e ragazzi al sicuro), la ristrutturazione dell'Alberti, alcuni dossi, il rifacimento complessivo per lotti dell'illuminazione pubblica. Sull'illuminazione, in particolare, è stato prima redatto il piano generale, quindi è in fase di redazione il progetto di rifacimento complessivo che permetterà grossi risparmi di elettricità, migliore illuminazione, un paese più bello e sicuro.
Illustra l'assessore Arici. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà contrari, Lega Nord contrari. APPROVATO


Approvazione del “Piano delle alienazioni a valorizzazione immobiliare” relativo al triennio 2013 -2015 ai sensi dell’art. 58 del D.L. 112/2008 convertito con Legge n° 133 del 06/08/2008
Un adempimento che individua le aree comunali potenzialmente cedibili: si tratta di un'area residenziale in via Kennedy, una produttiva in via Naviglio ed una produttiva in via Napoleonica.
Illustra l'assessore Gallina. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà contrari, Lega Nord contrari. APPROVATO


Piano Generale degli Impianti Pubblicitari e norme tecniche di attivazione: modifica agli art. 30 e 33

Il regolamento della pubblicità è adeguato in modo coerente con il regolamento per le sponsorizzazioni, che è stato approvato successivamente, per favorire le sponsorizzazioni da parte di privati nel realizzare opere pubbliche, ad esempio una ditta di illuminazione potrebbe regalare dei pali di illuminazione in cambio di uno stendardo provvisorio.
Illustra il Sindaco Danesi. Voto unanime favorevole. APPROVATO


Servizi Pubblici a domanda individuale – Disciplina generale delle tariffe dei beni e dei servizi.
Nonostante i tagli, le tariffe per questi servizi (CRE, mense scolastiche, asilo nido, etc...) rimangano con una quota di copertura da parte di cittadini (circa 64% a carico delle tariffe, il resto a carico del Comune) sostanzialmente invariato. E' una scelta, in un momento difficile, di tutelare le fasce più deboli della popolazione (anziani, famiglie numerose, bambini).
Illustra l'assessore Giacomini. Voto unanime favorevole. APPROVATO


Piano Finanziario per l’anno 2013 degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani. Esame ed approvazione.
Il piano finanziario del servizio di raccolta e gestione rifiuti urbani prende atto dell'introduzione della TARES e introduce dei risparmi dovuti alla minore produzione doi indifferenziato (grazie all'impegno e al senso civico dei rezzatesi) e ad una ricontrattazione con la ditta. Altro punto è cercare di tenere una relazione sempre più stretta tra produzione di rifiuti e tariffa da pagare: in questo senso vanno gli interventi sul verde (con piccola quoita di pagamento per non pesare sui cittadini che non hanno il giardino o che fanno compost), sui pannolini (sconto per chi usa pannolini lavabili), sul compostaggio domestico (sconto per chi usa compostiera).
Tutto cià si traduce per le utenze non domestiche in un calo compreso tra 1/2% e 8%, per le utenze domestica un andamento inferiore all'inflazione.
La raccolta differenziata rimane stabilmente sopra il 70%, con un risultato veramente molto positivo.
E' attualmente in fase di preparazione il bando per l'affidamento del nuovo servizio che partirà dal 2014: contiamo di riuscire ad avere un miglioramente dei risultati, con anche un calo dei costi.
Illustra l'assessore Ogna. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato contrario, Rezzato delle Libertà contrari, Lega Nord contrari. APPROVATO


Esame ed approvazione delle tariffe per l’anno 2013 del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.
Sono le tariffe che derivano dal piano finanziario appena esposto.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato contrario, Rezzato delle Libertà contrari, Lega Nord contrari. APPROVATO


Esame ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2013, della relazione previsionale e programmatica 2013 – 2014 – 2015 e del Bilancio Pluriennale per il triennio 2013 -2014- 2015
L'assessore Giacomini ha spiegato che nel 2013 i Comuni presentano un saldo obiettivo positivo, ai fini del Patto di Stabilità Interno, di ben 4,3 miliardi di euro. A ciò si aggiungono i tagli disposti da diverse norme nazionali approvaste negli ultimi due anni, per un importo complessivo di 6,2 miliardi di euro, pari al 40% delle risorse trasferite dallo Stato nel 2010. Per il Comune di Rezzato significa ben 600.000 € di tagli ai trasferimenti e oltre 500.000 € bloccati dal patto di stabilità. Nonostante i pesantissimi tagli nel bilancio 2013 non sono previsti aumenti né delle aliquote IRPEF, né delle aliquote IMU. Da anni stiamo lavorando sull’efficienza della spesa e abbiamo compiuto scelte importanti, magari poco visibili ma efficaci, come il dimezzamento dell’indebitamento, la diminuzione delle spese per le utenze e a un’erogazione più efficiente dei servizi comunali. Grazie a queste scelte quest’anno riusciamo a fronteggiare i tagli di oltre mezzo milione di euro senza aumentare le aliquote. Purtroppo il patto di stabilità continua a bloccare gli investimenti e vorremmo fare di più, per la qualità di marciapiedi, piste ciclabili e strade e per poter investire di più nell’efficienza energetica e ridurre ulteriormente le spese improduttive. Non sono previste invece riduzioni per ciò che concerne i servizi erogati, soprattutto in questo periodo non si può arretrare di fronte alle numerose richieste che arrivano al Comune.
Il bilancio è stato preparato con i seguenti criteri:
- orientamento alla durabilità: gestione sana ed efficiente delle risorse pubbliche e massima attenzione a non compromettere l’equilibrio presente e soprattutto futuro delle finanze comunali. E' stata confermata la scelta di non utilizzare oneri di urbanizzazione per le sepse correnti (vuole dire non usare il territorio per pagare il funzionamento del Comune) e di proseguire sulla strada della riduzione dell’indebitamente comunale, calato in meno di due anni per oltre due milioni e mezzo di euro con conseguenti rilevanti economie di spesa.
- mantenimento dei servizi, prestando sempre la maggiore attenzione alle fasce della popolazione più bisognose di un sostegno.
- massima cura alla qualità della spesa: attenzione alle uscite ed alla possibilità di realizzare risparmi, non tagliando i servizi ma puntando ad una sempre maggiore efficienza.
Anche il revisore dei conti ha espresso la propria valutazione positiva sul bilancio ed è seguita la dichiarazione di voto favorevole della capogruppo di RD, Silvana Archetti.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Uniti per Rezzato astenuto, Rezzato delle Libertà contrari, Lega Nord contrari. APPROVATO

Infine una nota sull'andamento del Consiglio,che ha visto purtroppo le opposizioni non intervenire, non dando neppure una sola parola di motivazione dei voti espressi: crediamo che un contributo, costruttivo ma anche critico, da parte loro, potrebbe essere utile per tutti e che il Consiglio comunale sia il luogo deputato a confrontarsi su temi così importanti per tutti i cittadini, come quelli votati in questa giornata.


Resoconto del Consiglio comunale del 26 giugno 2013


Il Consiglio comunale è iniziato con alcuni riconoscimenti dati a persone che si sono distinte per meriti sociali, culturali o sportivi, come tradizionalmente viene fatto. In particolare sono stati premiati 3 maestri del lavoro, la seconda classificata ai campionati di free climbing per bambini, il secondo classificato alla competizione di body bulding "mister universo". E' stato infine premiato Manlio Milani, della Casa della Momoria di Brescia, come riconoscimento per il percorso sulla legalità fatto con la scuola Vantini e la scuola media Perlasca, che ha portato due volte i nostri ragazzi dal Presidente della Repubblica.

Modifiche allo statuto comunale e al regolamento del Consiglio comunale e alle commissioni consiliari.
Le modifiche recepiscono le recenti norme sulla parità di genere e sulla composizione di Consiglio comunale e Giunta, in particolare dalle prossime elezioni il Consiglio sarà composto da 16 consiglieri più il Sindaco (oggi sono 20 + 1) e la Giunta da 5 assessori più il Sindaco (oggi sono 7 + 1) e le liste dovranno avere almeno 1/3 di candidati del genere meno rappresentato (donne o uomini).
Le modifiche però vanno oltre nella promozione delle pari opportunità: anche nella Giunta, nelle Commissioni consigliari e nelle nomine comunali il sesso più presente non potrà superare i 2/3, garantendo una presenza equilibrata dei generi, pur senza dettare criteri troppo rigidi e difficilmente applicabili.
Nella discussione seguita alla presentazione del vicensindaco Donneschi, Archetti ed Orioli hanno sottolineato l'appoggio a questa modifica, condivisa anche nelle Commissioni consigliari tra maggioranza ed opposizione. La consigliera Ferrari Aggradi, pur sottolineando i grandi passi avanti compiuti, ha annunciato la propria astensione, ritenendo più opportuna una quota del 50%.
Illustra l'assessore Donneschi. Tutti favorevoli eccetto ferrari Aggradi astenuta. APPROVATO.

Il prossimo Consiglio comunale sul bilancio sarà giovedì 4 luglio.

top