Resoconto del Consiglio Comunale del 29 aprile 2011

Come sempre, il resoconto del Consiglio: per forza di cose deve essere sintetico, ma per noi importante, perchè crediamo che la trasparenza nell'amministrare sia un requisito essenziale ed un dovere verso tutti i cittadini.

1.Comunicazioni del Sindaco
Il Consiglio si è aperto con tre riconoscimenti importanti: due per dipendenti per molti anni del Comune, ora pensionati, ed uno per un giovane rezzatese distintosi in modo particolare con la sua tesi di laurea. Le persone sono:
- Angela Bonora: per molti anni dipendente preziosissima dei servizi sociali;
- Antonio Venturelli: vigile attento ed umano:
- Alberto Gallina: la sua tesi di laurea è stata premiata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Presidenza della Repubblica per il livello di eccellezna veramente importante.
Un grazie ad Angela e Antonio, un grande in bocca al lupo per il futuro ad Alberto!


2.Approvazione del Programma Lavori Pubblici Triennio 2011/2013 e dell’elenco Annuale 2011
La crisi economica che ancora dura, i tagli dei fondi da parte dello Stato ed i vincoli rigidi del Patto di Stabilità hanno imposto per quest'anno come obiettivo quello primario di conservare il patrimonio comunale. Priorità sarà data come sempre alle scuole: sappiamo che da un punto di vista del consenso forse premiano di più altri lavori maggiormente visibili, ma ci sembra che assicurare ai nostri bambini e ragazzi un luogo sicuro ed accogliente sia di importanza irrinunciabile. Per questi motivi sono in programma lavori di adeguamento per le scuole Alberti (sperando di poterla riaprire a breve) e Tito Speri per l'adeguamento alle nuove norme antisismiche. Arici ha colto l'occasione anche per ringraziare tutti coloro che oggi (sabato 30 aprile) parteciperanno alle prove di evacuazione della scuola media: è anche questo un modo di garantire il massimo della sicurezza ai ragazzi. Altre opere che si spera di potere fare sono la rotonda di Treponti, il completamento della riqualificazione di via Leonardo da Vinci, alcuni rallentatori di traffico, un nuovo pozzo per l'acquedotto, il progetto per l'ampliamento del cimitero di Rezzato ed il piano dell'illuminazione pubbblica. Partiranno invece di sicuro un piano straordinario di asfaltature nei prossimi giorni (sull'ultimo bollettino comunale trovate le vie interessate) ed il sottopasso della provinciale s.p. 67 (la provinciale "della Lupa") sotto la ferrovia, interamente a carico delle ferrovie.
Illustra l'assessore Arici. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato contrario. APPROVATO.


3. Approvazione Regolamento per la Concessione di Spazi a Partiti Politici e Associazioni per l’installazione di Bacheche.
Il regolamento serve per mettere ordine alle diverse bacheche, con l'obiettivo di dare maggiore decoro al paese e di garantire a tutti parità di accesso agli spazi pubblici. Ai gruppi consiliari saranno concesse massimo 4 bacheche, ai partiti con una sezione a Rezzato un massimo di 5, per tutti i costi saranno a carico di chi vorrà installare le bacheche. Per le associazioni si prevede una nuova modalità: non più bacheche riservate ad alcuni gruppi, gran parte dell'anno vuote, ma bacheche comuni per le diverse associazioni, in cui ciascuno possa fare affissioni con semplice richiesta al Comune. E' così garantito accesso per tutti indistintamente, un maggior numero di bacheche utilizzabili anche da chi ne aveva magari già una propria, uno sfruttamento ottimizzato delle bacheche presenti. Le bacheche comuni permettono di averne meno nel paese, ma più utilizzate e quindi punto di riferimento maggiormente riconoscibile per la popolazione.
Illustra l'assessore Donneschi. Voto unanime favorevole. APPROVATO.


4. Piano Generale degli Impianti Pubblicitari e norme Tecniche di attuazione – Aggiornamento.
Alcune modifiche tecniche al regolamento approvato lo scorso anno.
Illustra l'assessore Pasini. Voto unanime favorevole. APPROVATO.


5. Approvazione del “Piano delle alienazioni e valorizzazioni Immobiliari” relativo al trienno 2011 – 2013, ai sensi dell’art. 58 del D.L. 112/2008, convertito con Legge n. 133 del 06/08/2088.
In previsione c'è soltanto la vendita delle aree comunali all'interno del Comparto 1.
Illustra il Sindaco. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato contrario. APPROVATO.


6. Modifica del Regolamento per l’applicazione delle Tariffe di Igiene Ambientale.
Piccole modifiche tecniche al regolamento sulla TIA. le ovità significative sono l'introduzione della possibilità di sconto in alcuni casi anche per le famiglie con disabili e la rateizzazione per imprese o famiglie in difficoltà.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


7. Servizi Pubblici a domanda Individuale – Disciplina Generale delle Tariffe dei beni e dei Servizi per l’anno 2011.
I servizi che il Comune fornisce (asilo nido, mense scolastiche, centro ricreativo estivo, pinacoteca,...) hanno con questa delibera un grado di copertura del 60%: significa riconoscere da un lato il ruolo importante che hanno per tutta la comunità (per questo una parte è coperta dal bilancio comunale) e dall'altro garantire comunque un contributo, soprattutto da chi ha una ricchezza (misurata con l'ISEE) maggiore. Anche alla luce dei pesanti tagli da parte del Governo e della Regione, questa pare la soluzione più equa ed equilibrata. Donneschi ricorda come lo scorso anno la Pinacoteca è diventata fondazione, con l'obiettivo di reperire fondi e ridurre i costi: in 6 mesi il contributo dato dal Comune si è già ridotto di € 30.000, mantenendo l'importante servizi educativo e culturale: un ottimo risultato! Giacomini ricorda poi come la lotta all'evasione serve anche per far sì che tutti paghino il giusto anche nei servizi comunali, riportando l'ISEE a valori non fasulli.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


8. Modifica delle Misura dell’ Aliquota dell’Addizionale Comunale all’IRPEF e conferma della soglia di esenzione.
Nel 2011 il Governo ha tagliato al Comune di Rezzato 245.000 € e l'ha obbligato ad avere senza poterli spendere ben 300.000 € ulteriori rispetto agli scorsi anni, la Regione ha tagliato 45.000 €: questo il triste punto di partenza del bilancio 2011. Per il 2012 e 2013 il quadro è ancora peggiore: l'insieme dei tagli raggiungerà 1.000.000 € per ciascun anno! Come si è risposto a questi tagli pesantissimi? Prima di tutto valutando ciascun servizio, il suo grado di necessità e riducendo ogni euro dove fosse possibile farlo, senza ridurre servizi importanti. In secondo luogo si è cercati di ottimizzare, oltre che le spese, anche le entrate, ad esempio con la lotta all'evasione. Infine, per coprire la parte rimanente dei tagli, si è stati costretti ad utilizzare la possiiblità di alzare l'addizionale IRPEF comunale, che passerà perciò dallo 0,2% allo 0,4% (il massimo di leggo è lo 0,8%), mantenendo la soglia di esensione molto elevata di 15.000 €. Cosa significa tutto ciò? Per un cittadino con un reddito lordo di 30.000 € vuole dire pagare 30 € all'anno in più, per il Comune si tratta di 300.000 all'anno. E' una misura non certo piacevole da prendere, ma obbligata vista la situazione.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


9. Imposta Comunale sugli Immobili – I.C.I.
E' stato modificato il regolemento dell'ICI per permettere di riconoscere incentivi ai dipendenti che si impegnino particolarmente nella lotta all'evasione di questo tributo. Giacomini illustra anche come è intenzione puntare sulla lotta all'evasione anche per altre tasse, come le norme ora consentono, per garantire una maggiore equità, a favore di imprese e cittadini che pagano il giusto.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


10. Tariffa di Igiene ambientale per l’anno 2011 – Approvazione del Piano Finanziario.
Il piano finanziario prevede nuovi servizi (il 3° passaggio per l'umido in estate con contemporanea riduzione del giro del grigio, controllo degli abbandoni di rifiuti con videosorveglianza mobile, spazzamento strade manuale domenicale nei luoghi più frequentati), ma una stabilità della tariffa, che rimane sostanzialmente inviariata.
Illustra l'assessore Apostoli. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato contrari. APPROVATO.


11. Esame ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2011, della
Relazione Previsionale e Programmatica 2011- 2013 e del Programma
delle Opere Pubbliche per il triennio 2011 – 2013.

Il revisore dei conti ha prima di tutto espresso il suo parere favorevole al bilancio, che risponde ai criteri di veridicità, coerenza, attendibilità, prudenza, con un indebitamente molto basso e nessun utilizzo degli oneri di urbanizzazione per spese correnti. Giacomini ha indicato le linee guida per la redazione del bilancio: attenzione a valutare il bisogno di ogni servizio ed ogni spesa, prudenza nella previsioni pee evitare brutte sorprese in un periodo di crisi, contenimento spese, priorità ai servizi sociali, recupero evasione, riduzione debiti, oneri di urbanizzazione usati solo per investimenti.
In particolare, i debiti sono stati ridotti con un rimborso straordinario mutui per 1.000.000 €, che permetterà di risparmiare 30.000 € nel 2011 e 70.000 € gli anni successivi. Non utilizzare gli oneri di urbanizzazione per le spese correnti significa nun usare entrate straordinarie e non ripetibili per spese di ogni giorno, ma solo per investimenti. Significa non usare il territorio come salvadanaio per pagare le spese del Comune, nella consapevolezza che il territorio non è un bancomat insesaurbile da cui attingere, ma una risora finita da preservare e valorizzare.
Rezzato delle Libertà ha criticato il bilancio, ma, come stato fatto notare da Giacomini, senza nessun emendamento concreto da votare: Rezzato Democratica è apertissima ad ogni proposta, che però deve essere concrea, attuabile e motivata.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


12. Esame ed approvazione del Rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2010.
Parere favorevole del revisore dei conti su un rendiconto che dimostra il rispetto del Patto di Stabilità per il 2010, spesa per il personale sotto controllo, indebitamente molto più basso del limite possibile, utilizzo di mezzi proprio molto alto, coerenza tra le previsioni e quanto effettivamente accaduto nel 2010. Un bilancio solido ed in ordine, per affrontare il momento difficile e guardare con ottimismo e lungimiranza al futuro.
Illustra l'assessore Giacomini. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.


13. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.
RdL ha presentato una mozione che chiedeva la decadenza del consigliere Apostoli, in quanto socio di una ditta di grafica che lavora anche per il Comune. Il Sindaco ha spiegato come la norma sia stata travisata da Rdl, in quanto Apostoli, come "socio accomandante" non ha alcun potere gestionale nella società. Anche l'ufficio amministrativo ha dato parere tecnico negativo sulla mozione, in quanto non conforme a quanto previsto dalla legge. Il Sindaco ha ricordato inoltre come la ditta in questione lavori da moltissimi anni per il Comune, ben prima che Apostoli ne diventasse socio.
Rezzato Democratica contraria, Rezzato delle Libertà favorevoli, Uniti per Rezzato astenuto. RESPINTA.
1. Comunicazioni del Sindaco.

2. Approvazione dei verbali delle sedute del Consiglio Comunale del 26/11/2010 e del 20/12/2011.

3. Approvazione del Piano Socio Assistenziale, del Regolamento per l'individuazione delle condizioni economiche per l'accesso alle prestazioni agevolate e del verbale di accordo tra il Comune di Rezzato ed i sindacati dei pensionati bresciani di Rezzato SPI-CGIL, FNP-CISL e UILP-UIL per l'anno 2011.
Il Piano Socio Assistenziale (PSA) raccoglie l'offerta dei servizi che il Comune offre negli ambiti del disagio adulto, degli anziani, dei minori e dei disabili: è in pratica il pilastro dei servizi sociali comunali.
L'assessore Marzaroli ha illustrato come il PSA nasca da un continuo lavoro di verifica, per controllare che i servizi corrispondano ancora ai bisogni, ossia che il Comune dia ciò di cui c'è maggiore bisogno, nel modo migliore e più efficiente. Da questa opera di verifica è uscito un Piano che essenzialmente conferma tutti i servizi dello scorso anno, dal trasporto anziani e disabili (con un grosso ringraziamento ai volontari che lo rendono fattibile) al pacchetto anticrisi, dallo sportello consumatori a quello contro la violenza su donne e minori, che quest'anno si amplia anche ai Comuni vicini.
Sono confermate anche tutte le misure di sostegno per gli anziani previste dall'accordo firmato con i sindacati dei pensionati. Una importante novità sperimentale è un fondo per prestiti sociali d'onore: si cerca di puntare così sulla responsabilizzazione delle persone in difficoltà, per favorirne il riscatto, fino alla possibilità di restituire il prestito. E' un modo importante per potere utilizzare al meglio ed al massimo i fondi comunali, ma sopratuttto per rendere l'assistenza maggiormente attiva.
Marzaroli ha poi ricordato come l'azienda speciale Almici (residenza per anziani, centro diurno, centro diurno disabili) continui a funzionare molto bene, così come il tavolo di lavoro "Diversidachi" sulle disabilità, che, molto attivo, è sempre un utile stimolo per l'amministrazione.
L'assessore ha infine ricordato come la scelta di confermare i servizi non sia una scelta di semplice conservazione, ma una forte scelta compiuta dall'amministrazione: il quadro regionale e nazionale è fatto di continui tagli ai fondi per i servizi sociali, che perciò ricadono sempre più sulle spalle dei Comuni, lasciati sempre più soli a sostenere i propri cittadini, in un momento perdipiù di crisi economica ancora pesante. Un numero rende chiaro lo sforzo eccezionale del Comune di Rezzato: dal 2008 i fondi da Regione e Governo al Comune per i servizi sociali sono calati del 78%!
Gli interventi successivi (Archetti, Ferrari Aggradi, Pasini, Danesi) sono in buona parte stati ancora relativi allo sforzo necessario ed ai tagli pesantissimi del Governo e della Regione. Orioli ha annunciato invece il voto contrario di Rezzato delle Libertà perchè, pur riconoscendo l'alto livello di qualità dei servizi, ha chiesto nuovi fondi e nuovi servizi, pur non dicendo nè da dove prendere i soldi, nè quali servizi nuovi servano, come chiesto da Marzaroli.
Illustra l'assessore Marzaroli. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà contrari, Uniti per Rezzato astenuto. APPROVATO.

4. Revoca deliberazioni c.c. n. 60/2010 e n. 70/2010 riguardanti l'Organismo Unico di Valutazione.
In seguito ad una modifica normativa si torna ad un nucleo interno in collaborazione con i Comuni di Botticino e Mazzano, che permette un risparmio economico.
Illustra il Sindaco. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato favorevole. APPROVATO.

5. Approvazione della convenzione per la gestione associata dello Sportello Unico per le attività produttive Valle Sabbia-Brescia Est.
Si stipula una convenzione con Secoval (una società pubblica con partecipazione anche del Comune di Rezzato) per permettere le pratiche di sportello unico per le attività produttive online: è una importante semplificazione per le imprese. Il servizio è all'indirizzo http://prometeo.secoval.it.
Illustra il Sindaco, Voto unanime favorevole, APPROVATO.

6. Approvazione definitiva Piano di Recupero immobile ad uso residenziale in vicolo Alberti, di proprietà dei sigg. Pasini*.
E' l'approvazione definitiva, dopo un primo passaggio già fatto in Consiglio, di un Piano di Recupero di un immobile.
Illustra il Sindaco, Voto unanime favorevole, APPROVATO.

7. Adozione Piano di Lottizzazione ad uso terziario (direzionale/commerciale) in via Mazzini di proprietà della società immobiliare Giacomini*.
Il piano attuativo riguarda la realizzazione di una nuova palazzina dietro quella esistente (dove c'è la pizzeria "I Silvani", per capirsi), ad utilizzo commerciale ed uffici. La costruzione rientra nei quantitativi già permessi dal vecchio Piano Regolatore, ancora vigente. A carico del privato che realizza la costruzione, c'è un tratto della strada di ingresso dalla rotonda da poco fatta al "Comparto 1", che sarà così costruita senza costi per il Comune. Dopo l'adozione c'è ora il tempo per eventuali osservazioni da parte dei cittadini, per poi tornare più avanti in Consiglio per l'approvazione definitiva.
Illustra l'assessore Vitali, Voto unanime favorevole, APPROVATO.

8. Regolamento d'Uso del verde urbano - modifica dell'art. 27 "Divieti d'installazione".
La modifica al regolamento del verde urbano serve per coordinarlo con il regolamento della pubblicità già approvato e per permettere l'eventuale sposnorizzazione di aiuole e rotonde da parte di privati che ne curino la manutenzione. L'eventuale sponsorizzazione dovrà essere valutata dagli uffici, dalla Giunta comunale e potrà essere fatta solo nel rispetto del codice della strada e con la stipula di una convenzione. Questa scelta ha l'obiettivo di potere curare rotonde ed aiuole, senza costi per il Comune, nella convizione che ogni euro risparmiato è importante.
Illustra il Sindaco. Rezzato Democratica favorevole, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato favorevole. APPROVATO.

9. Surroga consigliera dimissionaria sig.ra Labianca Elisabetta.
Elisabetta Labianca (gruppo Rezzato delle Libertà) si è dimessa a causa del suo prossimo trasferimento in un altro paese ed è sostituita da Ernesto Ventura.

10. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.
Sono state poi discusse due mozioni presentate dal consigliere Scaroni:
- la prima chiedeva l'acquisto di un "biotrituratore" per i gruppi che curano i nostri boschi (Alpini, Antincendio, Cacciatori, Scout,...), per favorirne il lavoro.
Dopo la spiegazione del Sindaco, che ha chiarito come già l'ufficio ecologia stia valutando questo acquisto, cercando prima di tutto un accordo tra i gruppi per la gestione comune, Scaroni ha ritirato la mozione. RITIRATA.
- la seconda chiedeva di dire no allo sportello unico (SUAP) presentato da "Lamifer" e di modificare la bozza di PGT, lasciando l'area agricola. Il Sindaco ha spiegato come la mozione mischiasse due aspetti diversi (PGT e SUAP), ricordando come il programma di Rezzato Democratica preveda eventuali sviluppi produttivi puntuali, valutati in modo specifico per la loro opportunità: la valutazione non può pertanto essere a priori, ma deve essere più puntuale e precisa, al termine di un percorso, che non è ancora scontato che si concluda con un sì. Rezzato Democratica contraria, Rezzato delle Libertà astenuti, Uniti per Rezzato favorevole. RESPINTA.

(*) Pasini e Giacomini citati nei due punti di urbanistica all'ordine del giorno non hanno alcun grado di parentela con gli assessori omonimi.

Il prossimo Consiglio, con "piatto forte" il bilancio sarà il 29 aprile, con questo ordine del giorno:

1.Comunicazioni del Sindaco
2.Approvazione del Programma Lavori Pubblici Triennio 2011/2013 e dell’elenco
Annuale 2011
3. Approvazione Regolamento per la Concessione di Spazi a Partiti Politici
e Associazioni per l’installazione di Bacheche.
4. Piano Generale degli Impianti Pubblicitari e norme Tecniche di attuazione –
Aggiornamento.
5. Approvazione del “Piano delle alienazioni e valorizzazioni Immobiliari” relativo al
trienno 2011 – 2013, ai sensi dell’art. 58 del D.L. 112/2008,
convertito con Legge n. 133 del 06/08/2088.
6. Modifica del Regolamento per l’applicazione delle Tariffe di Igiene Ambientale.
7. Servizi Pubblici a domanda Individuale – Disciplina Generale delle Tariffe dei beni e
dei Servizi per l’anno 2011.
8. Modifica delle Misura dell’ Aliquota dell’Addizionale Comunale all’IRPEF
e conferma della soglia di esenzione.
9. Imposta Comunale sugli Immobili – I.C.I. – Determinazione delle Aliquote
per l’anno 2011.
10. Tariffa di Igiene ambientale per l’anno 2011 – Approvazione del Piano
Finanziario.
11. Esame ed approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2011, della
Relazione Previsionale e Programmatica 2011- 2013 e del Programma
delle Opere Pubbliche per il triennio 2011 – 2013.
12. Esame ed approvazione del Rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2010.
13. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.

Il Comune estingue mutui per un milione di euro

A seguito dell’avanzo di amministrazione registrato nell’anno passato a causa del patto di stabilità il Comune di Rezzato ha scelto di estinguere mutui, aperti negli anni passati, per un valore complessivo di un milione di euro. Tale operazione porterà a ridurre ulteriormente l'indebitamento comunale (decisamente al di sotto dei limiti fissati dalla legge) e permetterà di alleggerire le spese correnti sia per ciò che concerne la quota interessi sia per la quota capitale (per un totale di circa 30.000 euro sul 2011 e di 70.000 euro per il 2012 ed anni seguenti).

Siamo molto soddisfatti di questa operazione, una delle poche opzioni virtuose rimaste ai comuni per impiegare l’avanzo creato dai meccanismi del patto di stabilità. La riduzione dell’indebitamento (peraltro già limitato) e delle relative quote rimborso capitale ed interessi ci aiuteranno, purtroppo solo in minima parte, a rispondere ai pesanti tagli del Governo agli enti locali (previsti per il 2011 in 245.000 euro a cui vanno sommarsi tagli regionali ai servizi sociali e l’inasprimento del sacrificio richiesto ai comuni dal patto di stabilità). Questa riduzione di spesa ed altre scelte che illustreremo in sede di approvazione del bilancio preventivo 2011, sono dei passi avanti nella direzione di un bilancio comunale che sappia guardare al futuro. Durante l’anno in corso puntiamo a rimborsare altri 200.000-300.000 euro di mutui.

Davide Giacomini
Assessore al Bilancio

Consiglio Comunale del 19 aprile 2011

E' convocato il Consiglio Comunale per il giorno martedì 19 aprile 2011 in seduta, coma sempre pubblica: tutti possono venire a sedersi tra il pubblico ed ascoltare direttamente cosa si discute e decide.
L'ordine del giorno è:

1. Comunicazioni del Sindaco.

2. Approvazione dei verbali delle sedute del Consiglio Comunale del 26/11/2010 e del 20/12/2011.

3. Approvazione del Piano Socio Assistenziale, del Regolamento per l'individuazione delle condizioni economiche per l'accesso alle prestazioni agevolate e del verbale di accordo tra il Comune di Rezzato ed i sindacati dei pensionati bresciani di Rezzato SPI-CGIL, FNP-CISL e UILP-UIL per l'anno 2011.

4. Revoca deliberazioni c.c. n. 60/2010 e n. 70/2010 riguardanti l'Organismo Unico di Valutazione.

5. Approvazione della convenzione per la gestione associata dello Sportello Unico per le attività produttive Valle Sabbia-Brescia Est.

6. Approvazione definitiva Piano di Recupero immobile ad uso residenziale in vicolo Alberti, di proprietà dei sigg. Pasini.

7. Adozione Piano di Lottizzazione ad uso terziario (direzionale/commerciale) in via Mazzini di proprietà della società immobiliare Giacomini.

8. Regolamento d'Uso del verde urbano - modifica dell'art. 27 "Divieti d'installazione".

9. Surroga consigliera dimissionaria sig.ra Labianca Elisabetta.

10. Mozioni, proposte, interpellanze e interrogazioni.
top